• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/08603 il Giornale di Sicilia del 1o febbraio 2015 riporta il caso di C.C., dirigente scolastica di un istituto comprensivo di grado primario e secondario inferiore della provincia di Palermo, oggetto...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-08603presentato daCATALANO Ivantesto diVenerdì 27 marzo 2015, seduta n. 401

CATALANO. — Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. — Per sapere – premesso che:
il Giornale di Sicilia del 1o febbraio 2015 riporta il caso di C.C., dirigente scolastica di un istituto comprensivo di grado primario e secondario inferiore della provincia di Palermo, oggetto di procedimento disciplinare per aver partecipato ad attività coinvolgenti interessi finanziari della propria famiglia;
tra i fatti contestati, si legge che l'istituto scolastico avrebbe nominato come consulente esterna la figlia della dirigente scolastica e avrebbe scelto l'agenzia viaggi del marito per organizzare gli spostamenti;
per tali fatti il direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale Maria Luisa Altomonte, su proposta della commissione disciplinare, ha sanzionato la dirigente scolastica con la sospensione per due mesi dal servizio e dallo stipendio, riconoscendole diverse attenuanti, fra le quali il fatto di aver richiesto ella stessa un'ispezione;
risulta all'interrogante che, per i medesimi fatti, sia in corso un procedimento penale;
a seguito della sospensione, la preside è stata assegnata a un istituto di grado superiore (scuola media superiore) sito nella città di Palermo –:
di che notizie disponga il Governo in merito a quanto descritto in premessa;
come sia possibile che un dirigente, a seguito dell'accertamento della commissione di illeciti disciplinari, venga rimosso dalla guida di un istituto di un medio comune e contestualmente promosso a una scuola più prestigiosa, di ordine superiore, sita nel capoluogo della regione. (4-08603)