• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/03753 ARRIGONI, COMAROLI, CONSIGLIO, CANDIANI, DIVINA, STEFANI, TOSATO, VOLPI - Ai Ministri dell'istruzione, dell'università e della ricerca, delle politiche agricole alimentari e forestali e del...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-03753 presentata da PAOLO ARRIGONI
giovedì 2 aprile 2015, seduta n.423

ARRIGONI, COMAROLI, CONSIGLIO, CANDIANI, DIVINA, STEFANI, TOSATO, VOLPI - Ai Ministri dell'istruzione, dell'università e della ricerca, delle politiche agricole alimentari e forestali e del lavoro e delle politiche sociali - Premesso che:

Expo Milano 2015 è il più grande evento mai realizzato sull'alimentazione e la nutrizione;

l'evento è strategico per l'economia del Paese offrendo opportunità di crescita e di sviluppo ai territori locali, i quali si preparano a diventare vetrine di eccellenza dei prodotti tradizionali italiani e di attrazione del turismo a livello mondiale;

l'aerea espositiva di circa 1,1 milioni di metri quadri attrarrà 20 milioni di visitatori con la partecipazione di 140 Paesi;

l'evento ha particolare valenza sociale ed educativa dal momento che tra gli obiettivi si pone quello di diffondere, attraverso specifici progetti, la consapevolezza fra i più giovani del ruolo centrale che un'alimentazione sana e sicura riveste per l'esistenza umana, non solo come fonte di vita, ma anche come momento di conoscenza delle abitudini e delle tradizioni alimentari delle popolazioni mondiali;

i giovani sono quindi gli interlocutori privilegiati dell'esposizione universale, con una presenza attesa di circa 2 milioni di studenti, tra italiani e stranieri;

per cogliere appieno la sfida è necessario che il Governo adotti ogni iniziativa utile a favorire un maggiore accesso dei giovani scolari ad Expo 2015, con particolare riferimento ai giovani con malattie invalidanti che dall'insegnamento delle buone regole alimentari potrebbero trarre un reale beneficio per la loro salute;

la società Expo 2015 ha istituito il "Progetto scuola" che offre la possibilità al mondo scolastico di essere protagonista di un percorso didattico e formativo per la diffusione delle corrette abitudini alimentari tra gli studenti, coinvolgendoli in esperienze di valore che possano guidarli in scelte alimentari consapevoli;

per quanto concerne le visite scolastiche all'esposizione, è incomprensibile, a giudizio degli interroganti, che gli insegnanti o gli educatori di sostegno di studenti disabili abbiano l'ingresso gratuito, mentre gli stessi studenti disabili debbano pagare un biglietto di ingresso pari a 10 euro,

si chiede di sapere quali iniziative di competenza i Ministri in indirizzo intendano urgentemente adottare al fine di permettere agli studenti diversamente abili l'accesso gratuito ad Expo 2015, vista l'importanza culturale ed educativa dell'evento ed il fine sociale che lo stesso persegue a tutela del benessere e delle salute dei cittadini.

(4-03753)