• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/00676-A/027 premesso che: il provvedimento di conversione, prevede misure volte al pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, il cui ritardato adempimento ha rappresentato un...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/00676-A/027presentato daPARISI Massimotesto diMartedì 14 maggio 2013, seduta n. 15

La Camera,
premesso che:
il provvedimento di conversione, prevede misure volte al pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, il cui ritardato adempimento ha rappresentato un rilevante elemento di debolezza della struttura finanziaria delle imprese, avvertita nella attuale fase di grave crisi economica;
il decreto-legge in particolare nell'ambito delle numerose disposizioni di carattere fiscale e tributario, nei riguardi delle amministrazioni locali prevede attraverso il comma 4 dell'articolo 10 norme in materia di imposta municipale propria (IMU) stabilendo con la lettera a) a partire dall'anno 2013, un unico termine per la presentazione della dichiarazione IMU, al fine di evitare un'eccessiva frammentazione dell'obbligo dichiarativo derivante dal termine mobile dei 90 giorni introdotto dall'articolo 9 del decreto-legge n. 174 del 2012;
nell'ambito delle difficoltà incontrate dalle istituzioni dei territori colpiti dalle recenti calamità quali il sisma in Emilia-Romagna e le alluvioni disastrose che hanno colpito la Toscana ed altre regioni, il medesimo intervento legislativo, non contempla tuttavia adeguate misure fiscali a beneficio di quei comuni coinvolti da eventi calamitosi, per i quali è stato dichiarato lo stato di emergenza a seguito di gravi danni alle comunità, ai territori e alle infrastrutture;
interventi agevolativi volti a favorire attraverso una migliore riorganizzazione dei tributi a livello territoriale, nei riguardi degli enti locali interessati da eventi atmosferici di entità particolarmente grave quale l'alluvione del novembre scorso in Toscana, risultano conseguentemente necessari ed opportuni, al fine di consentire alle amministrazioni locali coinvolte, il ripristino delle condizioni di normalità in tempi più rapidi,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di prevedere, fermo restando l'obbligatorietà del pagamento dell'imposta municipale unica, per i comuni delle province della regione Toscana colpiti dall'evento alluvionale del novembre 2012, modalità differenti in termini di differimento dei termini di versamento da parte dei contribuenti dell'imposta municipale propria e comunque entro e non oltre l'anno 2016.
9/676-A/27. Parisi, Faenzi.