• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/02339 AIROLA, PUGLIA, SERRA, VACCIANO, FUCKSIA, CAPPELLETTI, LEZZI, PAGLINI, LUCIDI, BUCCARELLA, DONNO, CIOFFI, MORONESE, PETROCELLI, SANTANGELO - Al Presidente del Consiglio dei ministri e ai...



Atto Senato

Risposta scritta pubblicata nel fascicolo n. 070
all'Interrogazione 4-02339

Risposta. - Si rileva, in primo luogo, che l'interrogazione riguarda la definizione e la verifica dei requisiti di partecipazione a un concorso, in ordine ai quali spetta all'amministrazione competente la valutazione del svolta in una carriera, quale quella di tecnologo, diversa da quella alla quale inerisce al posto per il quale si concorre.

In secondo luogo, la questione è già stata sottoposta all'organo competente alla verifica della legittimità dell'operato dell'amministrazione, ovvero il giudice amministrativo. Infatti, nella vicenda è intervenuto il Tribunale amministrativo regionale del Lazio a seguito del ricorso presentato dal secondo classificato. Con la sentenza n. 5747 del 2013, il Tribunale ha rigettato il ricorso, confermando l'idoneità del candidato vincitore.

In merito alla possibilità del Governo di intervenire in appello sulla controversia, si rileva che al Governo non compete il controllo di decisioni come quelle in esame, soprattutto nei confronti di un'autorità indipendente, e quindi difetta l'interesse a intervenire nel giudizio in corso contro l'amministrazione. L'ordinamento giuridico predispone altri meccanismi di controllo, quale appunto quello operato dal giudice amministrativo.

MADIA MARIA ANNA Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione

13/01/2015