• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/01478 commentando a caldo i gravi incidenti occorsi a Milano il 1o maggio 2015 in coincidenza con la solenne inaugurazione dell'Expo 2015, Alessandro Sallusti ha ipotizzato che il comportamento...



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in Assemblea 3-01478presentato daPINI Gianlucatesto diMercoledì 6 maggio 2015, seduta n. 422

GIANLUCA PINI, FEDRIGA, ALLASIA, ATTAGUILE, BORGHESI, BOSSI, BUSIN, CAPARINI, GIANCARLO GIORGETTI, GRIMOLDI, GUIDESI, INVERNIZZI, MARCOLIN, MOLTENI, RONDINI, SALTAMARTINI e SIMONETTI. — Al Ministro dell'interno . — Per sapere – premesso che:
commentando a caldo i gravi incidenti occorsi a Milano il 1o maggio 2015 in coincidenza con la solenne inaugurazione dell'Expo 2015, Alessandro Sallusti ha ipotizzato che il comportamento accomodante tenuto dalle forze dell'ordine nei confronti delle «tute nere» del black bloc sia derivato dagli esiti di una trattativa intavolata dal Governo italiano con gli antagonisti;
in pratica, secondo Sallusti, si sarebbe permesso ai black bloc di devastare interi quartieri di Milano in cambio della certezza di non avere vittime, evitando così una tragedia che avrebbe impresso all'inaugurazione dell'Expo 2015 una macchia indelebile;
di qui, tra le altre cose, anche la decisione di vietare ai reparti delle forze di polizia qualsiasi contatto fisico con i manifestanti;
a monte di queste scelte, vi sarebbe stato anche il timore di subire nuove censure internazionali dopo la condanna della Polizia di Stato italiana ad opera della Corte europea dei diritti dell'uomo, che il 7 aprile 2015 l'ha bollata come torturatrice per i fatti del G8 di Genova –:
se davvero vi sia stata tra lo Stato e i black bloc una trattativa sulla sicurezza di Milano durante i sei mesi di durata dell'Expo 2015 e se ritenga che possa «tenere» alla luce di quanto effettivamente successo il 1o maggio 2015. (3-01478)