• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/02994-A/120 premesso che: considerato che la riforma del sistema nazionale di istruzione è finalizzata a innovare il sistema formativo per renderlo più moderno e adeguato alle dinamiche sociali e...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/02994-A/120presentato daPORTA Fabiotesto diMercoledì 20 maggio 2015, seduta n. 431

La Camera,
premesso che:
considerato che la riforma del sistema nazionale di istruzione è finalizzata a innovare il sistema formativo per renderlo più moderno e adeguato alle dinamiche sociali e culturali delle società contemporanee e, nello stesso tempo, per rafforzarne l'inclusività e la capacità di dialogo interculturale;
rilevato che l'Italia negli ultimi anni è diventato un epicentro di mobilità sia per il crescente e inarrestabile arrivo di migranti che per la ripresa di nuove forme di emigrazione che si affiancano e sovrappongono a quelle storiche, in dimensioni ormai cospicue, valutabili in circa 5 milioni di stranieri presenti nel Paese e in altrettanti cittadini italiani residenti in diverse aree del mondo;
richiamato il valore che una conoscenza delle migrazioni può avere il rafforzamento di una visione globale dei problemi, per la formazione democratica, per la coesione sociale e una migliore convivenza civile;
ricordato che sono ormai circa 850.000 i ragazzi figli di stranieri presenti nelle nostre scuole e, secondo stime ufficiali, oltre 100.000 gli italiani che lasciano ogni anno il territorio nazionale in cerca di lavoro all'estero (di fatto, almeno un 30 per cento in più dei dati convenzionali), a conclusione del ciclo formativo o quando ancora non si è pienamente concluso;
constatato che il tema delle migrazioni è divenuto connaturato con la contemporaneità ed essenziale per una moderna formazione aperta alle dinamiche della globalizzazione e sostanziata dei valori della democrazia e dell'interculturalità;
riconosciuto che l'insegnamento della storia delle migrazioni, non come materia a sé stante, ma in forma interdisciplinare può rappresentare una soluzione coerente con le esigenze formative sottolineate e diventare oggetto di un progetto nazionale al quale gli istituti scolastici possono fare riferimento nell'esercizio dell'autonomia e della programmazione culturale e didattica cui sono chiamati dalla riforma in via di approvazione;
sottolineato che il progetto sulle migrazioni rappresenterebbe il naturale completamento del progetto nazionale sull'intercultura, da anni operante con positivi risultati nelle realtà dove esso è stato intelligentemente sperimentato,

impegna il Governo

a verificare la possibilità di favorire la definizione del progetto nazionale sulle migrazioni, da realizzare in forme interdisciplinari (storia, geografia, letteratura, musica, cinematografia, alimentazione, eccetera) e sulla base dell'autonoma programmazione degli istituti scolastici, aperta alla partecipazione delle famiglie e delle realtà locali.
9/2994-A/120. Porta, Gianni Farina, Fedi, Garavini, La Marca, Tacconi, Amoddio, Antezza.