• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/01429 si inaugura in questi giorni una nuova struttura nell'Acquario di Genova, della società Costa Edutainment, denominata «Padiglione dei cetacei» o «Nuova vasca dei delfini»; secondo...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-01429presentato daBRAMBILLA Michela Vittoriatesto diMercoledì 24 luglio 2013, seduta n. 59

BRAMBILLA. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro della salute. — Per sapere – premesso che:
si inaugura in questi giorni una nuova struttura nell'Acquario di Genova, della società Costa Edutainment, denominata «Padiglione dei cetacei» o «Nuova vasca dei delfini»;
secondo le deliberazioni del Comitato tecnico amministrativo del provveditorato interregionale alle opere pubbliche, sede coordinata di Genova, del comune di Genova, della regione Liguria, da recenti notizie di stampa (www.repubblica.it del 3 luglio 2013) il costo dell'opera è stato di 26 milioni di euro finanziato in massima parte con fondi pubblici diretti derivanti da contributi statali della legge n. 99 del 1991 «Genova Colombo ’92» – già utilizzato per la struttura Acquario nel suo complesso e contributi di regione Liguria, provincia di Genova, comune di Genova, porto antico di Genova Spa (controllata da comune, camera di commercio e autorità portuale);
la struttura è profonda dai 5,8 ai 7 metri, mentre un delfino normalmente si immerge fino ai 100 metri e nuota per decine di miglia al giorno in mare aperto;
il decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 6 dicembre 2001, n. 469 reca disposizioni in materia di mantenimento in cattività di esemplari di delfini appartenenti alla specie Tursiops Truncatus, in applicazione dell'articolo 17, comma 6 della legge 23 marzo 2001, n. 93;
il decreto ministeriale citato stabilisce che «devono essere rispettate le prescrizioni contenute» nel testo riguardo a educazione, gestione, manipolazione, rumore, e che «Il mantenimento di esemplari appartenenti alla specie Tursiops Truncatus è permesso solo nel caso in cui siano garantiti i programmi di educazione, ricerca e riproduzione di cui ai successivi paragrafi 1, 2 e 3» –:
perché siano stati concessi fondi pubblici per così elevata entità a una società privata con finalità di lucro;
se l'attribuzione dei fondi abbia sottratto risorse ad opere di pubblica utilità previste da leggi dello Stato e da programmi pluriennali oggetto d'intesa tra Stato e regione Liguria;
quali siano le risorse effettivamente spese dalla Costa Edutainment rispetto alle risorse assegnate e quali siano stati i contributi pubblici erogati a tale società, e alle precedenti con la stessa ragione sociale, per l'attività dell'acquario di Genova e degli altri acquari della Costa nel resto d'Italia;
se la detenzione dei delfini nell'Acquario di Genova risponda alle prescrizioni del citato decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, con quali caratteristiche e quale sia la provenienza dei delfini detenuti nell'Acquario di Genova e nella nuova vasca;
se la «nuova vasca dei delfini» sia entrata in funzione con le dovute autorizzazioni sanitarie e di sicurezza pubblica. (4-01429)