• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/01467 il rapporto di lavoro dei medici convenzionati addetti all'emergenza sanitaria territoriale (EST) 118 è regolato dall'ACN – Accordo collettivo nazionale di lavoro, avente forza di legge dopo...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-01467presentato daSOTTANELLI Giulio Cesaretesto diMercoledì 24 luglio 2013, seduta n. 59

SOTTANELLI e VARGIU. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro della salute . — Per sapere – premesso che:
il rapporto di lavoro dei medici convenzionati addetti all'emergenza sanitaria territoriale (EST) 118 è regolato dall'ACN – Accordo collettivo nazionale di lavoro, avente forza di legge dopo la sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale;
ulteriori accordi sono demandati ai tavoli tecnici regionali (AIR – accordi integrativi regionali) e pubblicati sui BUR;
le parti sono tenute a rispettare gli accordi sottoscritti e, in caso contrario, sono passibili delle sanzioni previste dalla legge per comportamento antisindacale;
tra le ASL e i medici convenzionati non esiste un rapporto di lavoro di tipo subordinato, bensì un rapporto su base paritaria, vincolante per entrambe le parti;
risulta agli interroganti che, da oltre quattro anni, è in atto una grave forma di discriminazione nel trattamento economico a danno dei medici convenzionati EST 118 della provincia di Chieti rispetto ai medici convenzionati delle altre Province della regione Abruzzo (2.700 euro contro i 3.500 euro medi mensili);
tale discriminazione si concreta nella decurtazione del 59,55 per cento dell'unica indennità peculiare degli addetti EST 118, alla quale si aggiunge un'ulteriore riduzione della tariffa prevista per gli straordinari;
le differenze di trattamento coinvolgono anche l'aggiornamento continuo che la ASL dovrebbe garantire ai medici EST – ma che, di fatto, non garantisce – in base a quanto stabilito dall'accordo regionale e dall'articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997 n. 281, aggiornamento fondamentale in un settore sanitario delicato come quello dell'emergenza;
sono in corso diverse vertenze giudiziarie, alcune delle quali definite con sentenze di condanna a carico della ASL n. 02 di Lanciano-Vasto-Chieti;
dato il gravissimo e perdurante comportamento antisindacale della ASL n. 02 di Lanciano-Vasto-Chieti, dallo scorso 1o giugno 2013 l'organizzazione sindacale medica S.N.A.M.I. ha proclamato lo stato di agitazione sindacale dei medici di emergenza sanitaria territoriale in convenzione della provincia di Chieti;
i medici EST 118 oltre che salvare vite umane, contribuiscono ad evitare gli accessi impropri al pronto soccorso, prestando le prime cure ai pazienti che presentano bassa complessità assistenziale sul posto, assumendosene la responsabilità –:
se, nell'ambito delle proprie competenze, intendano approfondire le criticità esposte in premessa con l'obiettivo di acquisire maggiori e dettagliati elementi informativi circa le inaccettabili discriminazioni che subiscono da anni i medici convenzionati EST 118 della provincia di Chieti e ripristinare al più presto e per intero quanto previsto dagli accordi nazionale e regionale, nonché dalla normativa vigente. (4-01467)