• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.9/00890/005 in sede di esame del disegno di legge recante conversione in legge del decreto-legge 28 giugno 2013, n.76, recante primi interventi urgenti per la promozione dell'occupazione, in particolare...



Atto Senato

Ordine del Giorno 9/890/5 presentato da EMANUELA MUNERATO
lunedì 29 luglio 2013, seduta n. 081

Il Senato,
in sede di esame del disegno di legge recante conversione in legge del decreto-legge 28 giugno 2013, n.76, recante primi interventi urgenti per la promozione dell'occupazione, in particolare giovanile, della coesione sociale, nonché in materia di Imposta sul valore aggiunto (IVA) e altre misure finanziarie urgenti;
premesso che.
- l'articolo 1 del provvedimento destina al Mezzogiorno, per il quadriennio 2013-2016, 500 milioni di euro per incentivare nuove assunzioni;
- l'articolo 3 destina sempre al Sud, per il triennio 2013-2015, 80 milioni di euro per incentivare l'autoimpiego e l'autoimprenditorialità e 168 milioni di euro per tirocini formativi;
- secondo un'indagine del centro studi Data giovani, che ha incrociato i dati dell'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (Ai re) con quelli Istat sulla disoccupazione negli ultimi cinque anni, cioè quelli del picco della crisi, emerge che la disoccupazione si è fatta sentire maggiormente nelle zone settentrionali del Paese,
- in particolare le maggiori sofferenze, secondo l'indagine, si san fatte sentire in Emilia Romagna dove i disoccupati sono più che raddoppiati passando da circa 65 mila a 150 mila - ed in Lombardia, dove da 168 mila disoccupati del 2008 si è passati a oltre 346 mila nel 2012;
- secondo l'indagine le rilevazioni di maggiore disoccupazione tra i giovani del Sud derivano dal fano che i giovani del Nord sono pronti ad emigrare e lasciare il proprio territorio e la propria famiglia, pur di cercare lavoro, contrariamente ai giovani disoccupati del mezzogiorno, che preferiscono restar disaccupatijinoccupati ed assistiti piuttosto che lasciar la terra d'origine;
- l'indagine, infatti, ha rilevato Trentina Alto Adige (+25 per cento), Lombardia (+22 per cento), Piemonte (+20 per cento), Liguria ed Emilia Romagna (entrambe a +19 per cento) le regioni con un boom di migranti all'estero per fronteggiare l'assenza di lavoro;
impegna il Governo:
a contemplare, nelle more di attuazione del provvedimento, pan risorse stanziate per il mezzogiorno in favore dei giovani disoccupati ed inoccupati residenti nel Settentrione;
ad attuare interventi e strategie che disincentivino il fenomeno di migrazione all'estero dei nostri giovani, con particolare riguardo ai residenti nei territori delle regioni settentrionali.
(numerazione resoconto Senato G1.102)
(9/890/5)
MUNERATO, BELLOT