• Testo RISOLUZIONE IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.7/00022 esaminata ai sensi dell'articolo 144, comma 1, del Regolamento, la Proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio su una cooperazione rafforzata tra i servizi pubblici per l'impiego...



Atto Senato

Risoluzione in Commissione 7-00022 presentata da GIUSEPPE PAGANO
mercoledì 31 luglio 2013, seduta n.018

La Commissione lavoro, previdenza sociale,
esaminata ai sensi dell'articolo 144, comma 1, del Regolamento, la Proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio su una cooperazione rafforzata tra i servizi pubblici per l'impiego (SPI);
premesso che la proposta di decisione si inserisce nel quadro delle priorit
à della strategia di Europa 2020 di contrasto alla disoccupazione, migliorando il funzionamento dei mercati del lavoro nell'UE e incrementando la mobilità geografica e professionale;
osservato che tale struttura faciliterà l'attuazione di progetti concernenti il mercato del lavoro finanziati dal Fondo sociale europeo (FSE) e il consolidamento di iniziative già promosse in ambito EURES (Rete europea per l'impiego);
considerato che la cooperazione rafforzata prevista dalla proposta in esame potrebbe consentire anche una revisione delle modalità di funzionamento dei servizi pubblici per l'impiego italiani, orientando la valutazione della loro operatività, in linea con le buone pratiche europee, sulla reale efficacia dei servizi offerti ai disoccupati, che si consegue solo con una disponibilità di una base dati adeguata sul lato dell'offerta;
valutato che nel mercato del lavoro italiano la moltiplicazione dei livelli istituzionali di intervento non permette un operare efficiente e che la costituzione di una Agenzia nazionale per il lavoro su base federale potrebbe essere un passo significativo in questa direzione, in coerenza con quanto avviene negli altri Paesi europei;
preso atto che la proposta è conforme ai principi di sussidiarietà e di proporzionalità;
si esprime in senso favorevole, segnalando l'assoluta necessità di cooperazione tra pubblico e privato per affrontare il crescente peso della disoccupazione giovanile e l'aumento del bacino dei disoccupati percettori di reddito. Anche nell'ambito degli operatori del mercato del lavoro auspica un modello di sussidiarietà estesa che permetta a più attori (agenzie private, enti bilaterali, enti no profit, camere di commercio) di operare per un efficace incrocio tra domanda e offerta di lavoro.
(7-00022)
PAGANO