• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/09828 il 12 luglio alle ore 2,30 a Ospedaletto euganeo, in provincia di Padova, presso uno degli stabilimenti dell'azienda Veronesi, azienda leader in Italia della produzione di mangimi, si è...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-09828presentato daNACCARATO Alessandrotesto diMercoledì 15 luglio 2015, seduta n. 462

NACCARATO, MIOTTO, NARDUOLO e CAMANI. — Al Ministro dell'interno . — Per sapere – premesso che:
il 12 luglio alle ore 2,30 a Ospedaletto euganeo, in provincia di Padova, presso uno degli stabilimenti dell'azienda Veronesi, azienda leader in Italia della produzione di mangimi, si è sviluppato un incendio di vaste dimensioni nel parcheggio interno;
l'incendio ha danneggiato 15 motrici su 25 presenti nel parcheggio e i relativi camion contenenti i mangimi;
le motrici sono di proprietà delle imprese di autotrasporti che lavorano per la Veronesi e, in particolare sono state colpite le imprese Trasporti romagna di Malo (Vi) e Turra trasporti di Este (Pd);
l'incendio ha causato gravi danni per circa 2 milioni di euro;
le prime indagini hanno rinvenuto dei contenitori di benzina posti sotto le motrici; su una parte dell'edificio dello stabilimento è stata trovata la scritta «No ogm, no allevamenti»;
dalle prime indagini l'incendio risulta chiaramente di origine dolosa;
il grave episodio ha le caratteristiche di un attentato per danneggiare e minacciare un'attività imprenditoriale di primaria importanza;
l'episodio ha suscitato allarme e preoccupazione nella popolazione e nelle istituzioni locali per il possibile inquinamento ambientale causato dall'incendio e per il rischio che l'attentato possa essere riconducibile a minacce e intimidazioni nei confronti delle imprese coinvolte –:
se il Ministro sia al corrente dei fatti sopra esposti;
in che modo il Ministro, attraverso gli uffici territoriali competenti, intenda attivarsi, per quanto di competenza, per contribuire a fare luce sulla vicenda e per prevenire il rischio che tali episodi possano determinare un clima di intimidazione e minaccia contro le imprese.
(4-09828)