• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/01458/054 premesso che: l'obiettivo del provvedimento esaminato è quello di promuovere interventi urgenti per la promozione dell'occupazione, in particolare giovanile; il caporalato è...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/01458/054presentato daLUPO Loredanatesto diMercoledì 7 agosto 2013, seduta n. 67

La Camera,
premesso che:
l'obiettivo del provvedimento esaminato è quello di promuovere interventi urgenti per la promozione dell'occupazione, in particolare giovanile;
il caporalato è un fenomeno criminale avente ad oggetto lo sfruttamento della manodopera lavorativa, con metodi illegali e la più diffusa forma di caporalato è quella che riguarda la manodopera agricola, nella quale, secondo il primo Rapporto su caporalato e agromafie realizzato da Flai Cgil, sarebbero coinvolti circa 400 mila lavoratori, il più delle volte braccianti stagionali;
il caporalato è stato inserito tra i reati perseguibili penalmente nel 2011, essendo considerato un «reato spia» di infiltrazioni criminali nel settore agricolo: si stima che il giro d'affari connesso alle agromafie sia compreso tra i 12 e i 17 miliardi di euro, il 5-10 per cento di tutta l'economia mafiosa, per la maggior parte giocato tra la contraffazione dei prodotti alimentari e il caporalato;
quello del lavoro nero è un fenomeno che offende la dignità delle persone e che per questo, in un Paese civile, merita di essere contrasto in ogni modo dallo Stato centrale,

impegna il Governo:

ad avviare, nel rispetto dei vincoli di bilancio, azioni concrete ed urgenti per contrastare il fenomeno del caporalato, considerando soprattutto che la più diffusa forma è proprio quella che riguarda la manodopera agricola, prevedendo controlli incrociati tra produzione dell'azienda agricola, reale fabbisogno della manodopera e contributi versati;
a valutare l'opportunità di prevedere incentivi ad hoc per la manodopera agricola così da abbassare il costo del lavoro e disincentivare il ricorso al lavoro nero da parte degli imprenditori agricoli.
9/1458/54. (Testo modificato nel corso della seduta) Lupo, Benedetti, Massimiliano Bernini, Gagnarli, Gallinella, L'Abbate, Parentela.