• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.0/01577-B/00 ... in sede di esame del disegno di legge AS l577-B, recante "Deleghe al Governo m materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche" premesso che: il disegno di legge in esame...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/1577-B/7/01 presentato da BACHISIO SILVIO LAI
mercoledì 29 luglio 2015, seduta n. 310

Il Senato
in sede di esame del disegno di legge AS l577-B, recante "Deleghe al Governo m materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche"
premesso che:
il disegno di legge in esame prevede all'articolo 8, comma 1, lettera d), tra i criteri di delega inerenti a misure di riorganizzazione delle amministrazioni competenti in materia di autoveicoli, anche l'eventuale trasferimento di funzioni al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti o l'eventuale costituzione di una nuova agenzia di settore;
l'eventuale trasferimento porrebbe stabilmente a carico del bilancio statale oneri aggiuntivi e strutturali che attualmente non vi ricadono, in quanto autonomamente sostenuti da amministrazione collocata al di fuori del conto consolidato della pubblica amministrazione, così come determinerebbe impatti istituzionali ed organizzativi particolarmente rilevanti e complessi, dovendo si al riguardo ipotizzare anche il parallelo e non funzionale trasferimento di migliaia di pubblici dipendenti da lilla amministrazione all'altra per continuare a gestire le medesime attività; per queste ragioni, il criterio di delega prevede prudenzialmente la misura come eventuale ed opportunamente ne subordina la realizzazione ad una preventiva valutazione della sua sostenibilità organizzativa ed economica;
appare necessario, per la portata ed l'incisività degli interventi ipotizzati, che tale valutazione preventiva si estenda a tutti gli aspetti pertinenti e rilevanti e ricomprenda, quindi, sia la verifica comparativa degli attuali parametri di efficienza anche organizzativa delle amministrazioni competenti, nonché degli standard di qualità dei servizi da queste rispettivamente erogati, in relazione anche ai livelli di attuazione dei principi del "digital first" di cui all'articolo 1 del disegno di legge in esame ed alla rilevanza, complessità e prevalenza delle funzioni svolte, sia l'analisi dei benefici concretamente perseguibili in rapporto ai costi economici, organizzativi ed occupazionali direttamente e indirettamente ascrivibili alle misure previste, senza precludere in ogni caso, in sede di attuazione della delega, la valutazione di più efficaci soluzioni alternative coerenti con i principi della sussidiari età amministrativa e della collaborazione istituzionale tra le pubbliche amministrazioni coinvolte;
analoghe considerazioni valgono anche in relazione alla costituzione di una nuova Agenzia o struttura di settore;
impegna il Governo:
ad attivare, ai fini dell'attuazione della delega di cui all'articolo 8, comma 1, lettera d) del disegno di legge in esame, un'ampia e completa verifica di tutti i parametri e criteri rilevanti quale condizione per procedere all'eventuale trasferimento di funzioni o alla creazione di nuove strutture e, anche in esito a detta verifica, a considerare comunque prioritariamente soluzioni alternative di minore impatto organizzativo ed economico che possano assicurare il raggiungimento degli obiettivi indicati di efficientamento complessivo del settore e di riduzione dei costi in misura significativa.
(0/1577-B/7/1)
LAI, SOLLO, ASTORRE, BROGLIA, CALEO, CUCCA, DI GIORGI, FORNARO, LO MORO, PEZZOPANE, TOMASELLI, VACCARI