• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.0/01577-B/02 ... in sede di esame dell'Atto 1577-B approvato dal Senato il 30 aprile 2015, modificato dalla Camera il 17 luglio 2015, recante "Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/1577-B/20/01 presentato da LOREDANA DE PETRIS
venerdì 31 luglio 2015, seduta n. 313

Il Senato,
in sede di esame dell'Atto 1577-B approvato dal Senato il 30 aprile 2015, modificato dalla Camera il 17 luglio 2015, recante "Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche",
premesso che:
l'articolo 8 comma 1 lettera a) del provvedimento in esame reca, tra i princìpi e criteri direttivi per la riorganizzazione dell'amministrazione dello Stato:
"riordino delle funzioni di polizia di tutela dell'ambiente, del territorio e del mare, nonché nel campo della sicurezza e dei controlli nel settore agroalimentare, conseguente alla riorganizzazione del Corpo forestale dello Stato ed eventuale assorbimento del medesimo in altra Forza di polizia, fatte salve le competenze del medesimo Corpo forestale in materia di lotta attiva contro gli incendi boschivi e spegnimento con mezzi aerei degli stessi da attribuire al Corpo nazionale dei vigili del fuoco con le connesse risorse e ferme restando la garanzia degli attuali livelli di presidio dell'ambiente, del territorio e del mare e della sicurezza agroalimentare e la salvaguardia delle professionalità esistenti, delle specialità e dell'unitarietà delle funzioni da attribuire, assicurando la necessaria corrispondenza tra le funzioni trasferite e il transito del relativo personale";
nonché al punto 2:
"in caso di assorbimento del Corpo forestale dello Stato, anche in un'ottica di razionalizzazione dei costi, il transito del personale nella relativa Forza di polizia, nonché la facoltà di transito, in un contingente limitato, previa determinazione delle relative modalità, nelle altre Forze di polizia, in conseguente corrispondenza delle funzioni alle stesse attribuite e già svolte dal medesimo personale, con l'assunzione della relativa condizione, ovvero in altre amministrazioni pubbliche, di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni, nell'ambito delle relative dotazioni organiche, con trasferimento delle corrispondenti risorse finanziarie. Resta ferma......" ;
il Corpo forestale dello Stato in qualità di Forza di polizia ad ordinamento civile, con funzioni e compiti specifici nel settore della tutela ambientale e agroalimentari ha una specifica professionalità nei settori della lotta ai crimini ambientali; del presidio costante del territorio; della tutela delle condizioni di legalità nel sistema agroforestale ed alimentare del Paese; dell'efficace prevenzione e contrasto al traffico e smaltimento illecito dei rifiuti; della repressione dei reati a danno degli animali; del contrasto e repressione dei reati alimentari come le contraffazioni, le sofisticazioni, le adulterazioni ormai sempre più diffuse nel settore agro-alimentare; della tutela dei prodotti a qualità certificata e delle tipicità alimentari;
considerato che:
la revisione complessiva delle competenze specialistiche di ciascuna delle cinque Forze di polizia e delle discipline di ciascuna di esse, con concomitante riordino delle specifiche funzioni attinenti alla tutela dell'ambiente, del territorio e del mare, e alla sicurezza e ai controlli nel settore agroalimentare, deve garantire la razionalizzazione e il potenziamento dell'efficacia delle funzioni di polizia attraverso l'eliminazione delle sovrapposizioni di competenze anche attraverso la gestione associata dei servizi strumentali e la razionalizzazione della distribuzione territoriale dei uffici periferici;
la distribuzione dei presidi territoriali del Corpo forestale dello Stato coincide essenzialmente con l'organizzazione territoriale dell'Arma dei Carabinieri essendo tali presidi dislocati in ambiti extraurbani e rurali;
alcune delle funzioni e compiti attualmente svolti dal Corpo forestale dello Stato nei settori della tutela ambientale e della sicurezza agroalimentare vengono altresì svolti da Reparti specializzati dell'Arma dei Carabinieri anche in base a quanto previsto dal Decreto del Ministro dell'Interno del 28 aprile 2006;
impegna il Governo
nell'ottica del miglioramento delle forme di collaborazione tra le strutture centrali e periferiche dello Stato, nel segno dell'efficienza e dell'economicità, anche al fine di rafforzare le attività di tutela ambientale e agroalimentare, a valutare l'opportunità del transito del Corpo forestale dello Stato nell'Arma dei Carabinieri, ravvisando quest'ultima come forza di polizia più idonea per il raggiungimento degli obiettivi contenuti nella delega, stante l'attuale coincidenza della dislocazione territoriale dei presidi di entrambe e l'esistenza nell'Arma dei Carabinieri di reparti specializzati che attualmente svolgono funzioni di tutela ambientale e sicurezza agroalimentare affidati dall'ordinamento.
(0/1577-B/20/1)
DE PETRIS