• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/01869 la Quadrilatero Marche Umbria spa è una società pubblica di progetto che ha per obiettivo, quale soggetto attuatore unico, la realizzazione del progetto pilota «Quadrilatero» con i seguenti...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-01869presentato daAGOSTINELLI Donatellatesto diMercoledì 18 settembre 2013, seduta n. 79

AGOSTINELLI, CECCONI e TERZONI. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti . — Per sapere – premesso che:
la Quadrilatero Marche Umbria spa è una società pubblica di progetto che ha per obiettivo, quale soggetto attuatore unico, la realizzazione del progetto pilota «Quadrilatero» con i seguenti compiti:
a) la progettazione e la realizzazione dell'asse viario Marche Umbria costituito dal completamento e adeguamento di due arterie principali tesi a migliorare e incrementare l'accessibilità alle aree interne delle due regioni;
b) la redazione dei piani di area vasta (il PAV) per il cofinanziamento dell'opera viaria;
c) il reperimento delle risorse finanziarie necessarie per assicurare la completa copertura dell'investimento previsto per la realizzazione del «progetto quadrilatero»;
la società è stata costituita 10 anni fa ed è stata definita con diversi modi: «società di partenariato pubblico-privato»; società per «la cattura di valore»; società per attivare «finanziamenti privati», fino alla società che realizza le strade «a costo zero»;
la società Quadrilatero è composta dai seguenti azionisti: ANAS con il 92,38 per cento di quote, regione Marche, regione Umbria, provincia di Macerata, camera di commercio di Macerata, camera di commercio di Perugia, camera di commercio di Ancona e provincia di Perugia: tutti organismi pubblici con la quasi totalità di azioni all'ANAS, cioè alla società che ha come principale missione la costruzione e gestione delle strade statali quali le arterie del progetto Quadrilatero;
in base ai pareri espressi dalla Corte dei Conti sull'attività della società Quadrilatero, emerge che la stessa società, nel corso dei dieci anni di vita ha impiegato mediamente cinquanta dipendenti oltre agli organi del consiglio di amministrazione;
risulta altresì che il costo dei due maxi lotti è salito da 2.234 milioni di euro (relazione Corte dei Conti al bilancio 2010) a 2.269 milioni di euro nel 2011 e a 2.284 milioni di euro nel 2012 (dati dal bilancio ANAS 2012) e che dal 2012 i lavori sul tratto Marche-Umbria sono fermi, gli operai privi di retribuzione sono stati messi in cassa integrazione;
risulta altresì agli interroganti che i PAV e le aree leader, ideati a suo tempo con la motivazione che avrebbero generato risorse «private» per contribuire alla realizzazione delle strade del progetto Quadrilatero, si sono rivelati strumenti infruttuosi tanto che per la prima tranche di otto aree leader, approvate dal CIPE nel 2006, pur essendo state messe a gara, non sono stati trovati acquirenti;
risulta altresì che il fabbisogno finanziario della società sarebbe a totale carico dello Stato, della regione Marche (che ha finanziato interamente in proprio il tratto stradale Fabriano-Matelica Nord per un costo di 90 milioni di euro) e dei contributi delle camere di commercio di Perugia e Macerata, mentre altri proventi finanziari sono dovuti agli interessi maturati sulle somme erogate dallo Stato e dal contributo della regione Umbria –:
se sia a conoscenza dei fatti suesposti e in particolare:
a) quanti finanziamenti siano stati stanziati dallo Stato e dagli organi pubblici e quanti siano stati, fino ad ora, i finanziamenti privati;
b) quali risorse abbiano prodotto i piani di area vasta e, ad esempio, quanto abbia prodotto il piano di area vasta per l'area leader di Falconara Marittima;
c) quale sia il costo annuo della struttura della società Quadrilatero e quale sia il costo della struttura del consiglio di amministrazione della stessa anche in considerazione del fatto che gli stessi non risultano pubblicati nel sito della medesima società, benché si tratti di una società a totale capitale pubblico;
d) quali provvedimenti intenda assumere a sostegno dei lavoratori coinvolti nella vicenda riguardante il tratto marchigiano della società;
e) quali siano i tempi prevedibili per il completamento delle infrastrutture dal momento che tutte le scadenze, a suo tempo preventivate, non sono state rispettate dalla società Quadrilatero e dal contraente generale;
f) se e quali misure intenda attuare per mettere fine a strumenti di finanza creativa che si sono rivelati, alla luce dei fatti, costosi per lo Stato e per i cittadini, non avendo prodotto neanche l'auspicato rispetto dei tempi di realizzazione delle opere che risultano a totale costo pubblico. (4-01869)