• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/01036 il 4 giugno 2013 con l'interrogazione a risposta scritta n. 4-00704 l'interrogante ha portato all'attenzione dell'Esecutivo alcune problematiche inerenti alla realizzazione dell'Hub Portuale di...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-01036presentato daPRODANI Aristesto diGiovedì 19 settembre 2013, seduta n. 80

PRODANI. – Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:
il 4 giugno 2013 con l'interrogazione a risposta scritta n. 4-00704 l'interrogante ha portato all'attenzione dell'Esecutivo alcune problematiche inerenti alla realizzazione dell'Hub Portuale di Trieste – piattaforma logistica;
la realizzazione di questa opera riveste per lo scalo giuliano e per la stessa economia nazionale un'importanza strategica, riconosciuta anche a livello legislativo dal suo inserimento nell'elenco allegato alla legge Obiettivo (n. 443 del 2001) sul «Programma delle infrastrutture strategiche»;
il progetto definitivo per la costruzione della piattaforma logistica nel porto di Trieste è stato approvato con delibera del Comitato interministeriale di programmazione economica (CIPE) del 30 aprile 2012, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 174 del 27 luglio 2012;
l'autorità portuale di Trieste, a seguito del via libera del CIPE, ha avviato la procedura di gara articolata in due fasi: la prima in cui soggetti che posseggono i requisiti richiesti dal bando presentano domanda di partecipazione; la seconda in cui ai partecipanti è indirizzata una lettera d'invito a presentare l'offerta;
per la realizzazione del primo lotto della piattaforma, la spesa prevista è di 132,4 milioni di euro, di cui 30 milioni provengono da fondi privati, 70,4 milioni dall'autorità portuale e 32 milioni sono stati attivati dall'assegnazione CIPE;
il 5 ottobre 2012 è spirato il termine per la presentazione delle domande per la partecipazione alla gara e il 30 ottobre 2013 scadrà anche la presentazione delle offerte amministrative da parte delle imprese selezionate;
ad oggi non è stato ancora concluso l’iter interministeriale necessario al fine di giungere all'emanazione del decreto necessario allo sblocco dei fondi stanziati dalla sopra citata delibera del CIPE;
questo ritardo è legato alla decisione del Governo di verificare l'impatto della spesa dei 32 milioni di euro sul bilancio dello Stato;
a seguito della conclusione della procedura di verifica sui saldi di finanza pubblica, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti ha già sottoscritto l'atto per l'assegnazione dei fondi, mentre manca ancora il via libera del Ministro dell'economia e delle finanze –:
se il Governo intenda accelerare la procedura di approvazione del decreto interministeriale summenzionato, pervenendo alla sottoscrizione del Ministro dell'economia e delle finanze in tempi ragionevolmente brevi, in modo da evitare ulteriori ritardi. (5-01036)