• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/04714 TOSATO - Al Ministro della giustizia - Premesso che: con il comma 526 dell'art. 1 della legge 23 dicembre 2014, n. 190, legge di stabilità per il 2015, che ha modificato l'articolo 1,...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-04714 presentata da PAOLO TOSATO
martedì 20 ottobre 2015, seduta n.526

TOSATO - Al Ministro della giustizia - Premesso che:

con il comma 526 dell'art. 1 della legge 23 dicembre 2014, n. 190, legge di stabilità per il 2015, che ha modificato l'articolo 1, della legge 24 aprile 1941, n. 392, recante "Trasferimento ai Comuni del servizio dei locali e del mobili degli Uffici giudiziari", è stato stabilito che "A decorrere dal 1º settembre 2015 le spese obbligatorie di cui al primo comma sono trasferite dai comuni al Ministero della giustizia e non sono dovuti ai comuni canoni in caso di locazione o comunque utilizzo di immobili di proprietà comunale, destinati a sedi di uffici giudiziari. Il trasferimento delle spese obbligatorie non scioglie i rapporti in corso e di cui è parte il comune per le spese obbligatorie di cui al primo comma, né modifica la titolarità delle posizioni di debito e di credito sussistenti al momento del trasferimento stesso. Il Ministero della giustizia subentra nei rapporti di cui al periodo precedente, fatta salva la facoltà di recesso. Anche successivamente al 1º settembre 2015 i locali demaniali adibiti ad uso di uffici giudiziari continuano a conservare tale destinazione";

attualmente è in essere un contratto di locazione per la sede del giudice di pace di Verona, e precisamente l'immobile sito in vicolo San Domenico, il cui proprietario e locatario è l'ente denominato Istituti civici di servizio sociale, ICISS, istituzione pubblica di assistenza e beneficenza (IPAB);

a quanto risulta all'interrogante non vi sono state disdette del contratto di locazione;

ad oggi, non risultano corrisposte all'ICISS alcune mensilità di affitto dell'immobile dove ha sede l'ufficio del giudice di pace e questi ritardi stanno provocando gravi problematiche nei bilanci dell'IPAB che riesce a garantire con continuità i servizi, grazie anche alle entrate dei canoni di affitto di alcuni immobili, tra cui quello di cui si tratta,

si chiede di sapere se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza dei fatti esposti e quali interventi e iniziative di propria competenza intenda adottare, in particolare per garantire che vengano immediatamente corrisposti i canoni arretrati, oltre a garantire con continuità e regolarità il pagamento dei futuri canoni di locazione per l'immobile.

(4-04714)