• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/00913 CERONI - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti - Premesso che: l'aeroporto di Falconara marittima (Ancona) è l'unico aeroporto delle Marche; le Marche sono una delle...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-00913 presentata da REMIGIO CERONI
giovedì 26 settembre 2013, seduta n.112

CERONI - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti - Premesso che:

l'aeroporto di Falconara marittima (Ancona) è l'unico aeroporto delle Marche;

le Marche sono una delle regioni più importanti d'Italia in quanto a presenza di attività manifatturiere di tipo industriale ed artigianale capaci di produrre articoli di elevata qualità ed elevata tecnologia unici al mondo;

la gestione dell'aeroporto è affidata alla società Aerdorica SpA che si trova in gravissime difficoltà economiche, testimoniate da ritardati o addirittura mancati pagamenti di utenze o tasse comunali, nonché contributi obbligatori per il personale;

la società Alitalia considera lo scalo marchigiano di assoluta marginalità e diseconomicità;

l'Alitalia ha cancellato da tempo i voli di collegamento con Milano, che sono di fondamentale importanza per gli imprenditori marchigiani;

l'Alitalia ha in un primo momento effettuato con contratto di noleggi il collegamento tra Falconara e Roma con la società rumena Carpatair;

il 4 gennaio 2013 a causa di un guasto in volo (su un ATR 72 Carpatair decollato dall'aeroporto di Falconara e diretto a Fiumicino, in cui si è verificata una depressurizzazione nella carlinga e sono scese le mascherine per far respirare i passeggeri) si sono create scene di panico sull'aereo, scatenando proteste e indignazione dei passeggeri interessati;

il 18 gennaio Alitalia si è decisa disdire l'accordo con la Carpatair dopo il secondo atterraggio di emergenza nel giro di un mese e altri 15 inconvenienti, tra ritardi e controlli tecnici, in meno di un mese da quando era entrato il servizio ATR della Carpatair sulle rotte dell'Alitalia;

successivamente, i voli Ancona-Roma sono stati garantiti dalla società svizzera Darwin Airlines, che sembrerebbe non avere i mezzi sufficienti ed adeguati per svolgere i servizi necessari;

a causa delle ridotte dimensioni dei mezzi utilizzati, spesso è difficile trovare posti sui voli se non prenotati con lungo anticipo, data la palese insufficienza dei posti disponibili;

spesso i posti disponibili sono ridotti per essere riservati alla business class che garantisce un prezzo più remunerativo alla compagnia;

i voli sono "regolarmente" in ritardo sia nelle partenze che negli arrivi, rispetto ai tempi previsti e comunicati, con gravi disagi dei passeggeri che, in conseguenza, perdono eventuali coincidenze per altre destinazioni;

anche la compagnia Darwin Airlines è stata protagonista di vari episodi riportati dalla stampa, che hanno creato pericolo, allarme e preoccupazione ai passeggeri;

al riguardo si ricorda il volo Ancona-Roma del 17 agosto 2013 delle ore 19.27, rientrato in aeroporto dopo un guasto tecnico per consentire un check up completo dell'aeromobile con la conseguente cancellazione del volo per Roma della notte e quello delle ore 7.05 della mattina successiva;

ancora una volta la compagnia aerea Darwin, sabato 14 settembre ha dovuto annullare il volo in partenza da Fiumicino per Falconara delle ore 9.30 dopo che erano stati imbarcati passeggeri e bagagli; il viaggio sostitutivo in pullman si è trasformato in un'odissea con arrivo a Falconara alle ore 16.15 dopo un'estenuante attesa e una serie di vicissitudini lungo il tragitto, e molti viaggiatori a seguito di ciò hanno perso coincidenze ferroviarie e traghetti;

il 25 settembre 2013 si è verificato un ulteriore disservizio sul volo Ancona-Roma a causa di un guasto al radar di bordo, per cui i 40 passeggeri in parte sono rientrati a casa, mentre altri hanno aspettato che si organizzasse l'autobus sostitutivo;

ritenuto che i numerosi inconvenienti riscontrati possano comportare situazioni di notevole disagio,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo ritenga opportuno intervenire urgentemente per verificare il regolare funzionamento dell'aeroporto di Falconara al fine di assicurare la piena e totale funzionalità e sicurezza, fortemente messa in dubbio dalla lunga serie di eventi che si sono verificati nel corso dell'ultimo anno;

quali iniziative intenda assumere per il rilancio dell'aeroporto di Falconara, stante la valenza strategica per l'economia e la mobilità regionale e nazionale e l'inerzia della Regione Marche, proprietaria della società Aerdorica.

(4-00913)