• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/04775 FATTORI, MORONESE, BUCCARELLA - Al Ministro della salute - Premesso che: in questi giorni è oggetto di discussione il piano nazionale di prevenzione vaccinale 2016-2018 per il quale...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-04775 presentata da ELENA FATTORI
martedì 3 novembre 2015, seduta n.534

FATTORI, MORONESE, BUCCARELLA - Al Ministro della salute - Premesso che:

in questi giorni è oggetto di discussione il piano nazionale di prevenzione vaccinale 2016-2018 per il quale sembra essere prevista l'introduzione di un maggiore numero di vaccini obbligatori quali: anti rotavirus, anti herpes zoster, anti varicella, anti meningococco b e anti pneumococco;

le vaccinazioni si aggiungerebbero alle 4 già obbligatorie previste dal decreto ministeriale del 7 aprile 1999 e dal piano sanitario nazionale 1998-2000;

considerato che:

nel 2009 più di 1.300 persone che avevano ricevuto una vaccinazione contro il virus influenzale H1N1, meglio noto come "suina", hanno sviluppato narcolessia, una condizione debilitante incurabile, che causa sonnolenza accompagnata da debolezza muscolare;

in un recente articolo pubblicato sulla rivista internazionale "Science" del 1° luglio 2015 si evidenzia come diversi paper scientifici abbiano portato alla conclusione che il vaccino per l'influenza H1N1 possa in effetti essere la causa della narcolessia in soggetti predisposti;

anche il capo del programma sull'influenza al Centro europeo di prevenzione e controllo (European centre for disease prevention and control), Pasi Penttinen, conferma la direzione cui questi studi stanno portando, asserendo che rappresentano una fotografia convincente e forniscono una spiegazione valida relativamente all'aumento dei casi di narcolessia in soggetti predisposti;

ulteriore conferma di quanto detto proviene anche dall'Università di Siena che, in un comunicato stampa del 2 luglio 2015, afferma: "Un team internazionale di ricercatori, coordinato dal Centro Ricerche senese di Novartis Vaccines and Diagnostics Srl (società del Gruppo GSK), con la collaborazione del professor Franco Laghi Pasini dell'Università di Siena e dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, del professor Emanuele Montomoli e della dottoressa Claudia Trombetta dell'Università di Siena, ha scoperto il meccanismo attraverso il quale, in soggetti geneticamente predisposti, dopo un'influenza o una vaccinazione antinfluenzale si può sviluppare la narcolessia. Lo studio è stato pubblicato dalla rivista Science Translational Medicine";

è stato dimostrato dai ricercatori come questa malattia sia la conseguenza di una interazione tra infezione da virus influenzale o somministrazione del vaccino e substrato genetico (HLA-DQB1*0602) di determinati soggetti con lo sviluppo di autoanticorpi;

questi elementi potrebbero portare a non escludere che determinati vaccini possano causare, in soggetti predisposti, reazioni autoimmunizzanti,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza dei citati studi scientifici, nonché delle conseguenze riscontrate nel vaccino H1N1 e se intenda attivare un monitoraggio sull'incidenza di tali effetti avversi in Italia;

se intenda avviare uno studio per verificare eventuali danni autoimmunitari provocati da altri vaccini in persone predisposte;

se intenda, nell'ambito del prossimo programma vaccinale, individuare nella predisposizione familiare a malattie autoimmuni un fattore di rischio per effetti collaterali da vaccinazione.

(4-04775)