• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/06731 il 10 febbraio 2015 la dottoressa Maria Cannata, direttore generale del Ministero dell'economia e delle finanze è responsabile del debito pubblico, audita presso la Commissione finanze...



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Giovedì 22 ottobre 2015
nell'allegato al bollettino in Commissione VI (Finanze)
5-06731

Con l'interrogazione a risposta immediata in Commissione l'On. Giovanni Paglia pone quesiti in ordine ai contratti derivati sottoscritti dal Ministero dell'economia e delle finanze, in scadenza nel periodo 2015 e 2016.
Con riferimento agli anni 2015 e 2016, il nozionale delle operazioni in scadenza, per le quali sono terminati o cesseranno obblighi di pagamento nel biennio indicato, ammonta complessivamente a circa 16.609 milioni di euro.
Più in dettaglio, nell'anno 2015 sono scadute le seguenti posizioni:
quattro Interest Rate Swap, per un nozionale di circa 4.034 milioni di euro;
otto Cross Currency Swap, per un nozionale di circa 7.558 milioni di euro.

Per quanto riguarda l'anno 2016, invece, i derivati in scadenza hanno un valore di mercato pari a circa 254 milioni di euro positivo per il Tesoro e sono tre Cross Currency Swap, per un nozionale complessivo pari a circa 5.018 milioni di euro.
Inoltre, nel periodo in considerazione, rientrano le date di esercizio di due clausole di estinzione anticipata: una a novembre 2015, relativa a un Interest Rate Swap con nozionale pari a 200 milioni di euro e valore di mercato leggermente positivo e l'altra a marzo del 2016, relativa a un Interest Rate Swap con nozionale 2.000 milioni di euro e valore di mercato negativo per circa 849 milioni di euro.
Delle posizioni in scadenza nel 2015 e 2016, solo un Interest Rate Swap e due Cross Currency Swap sono stati in passato oggetto di ristrutturazione nell'ambito dell'ordinaria gestione del portafoglio di strumenti derivati.