• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/02085 il decreto legislativo n. 155 del 2012 prevede la soppressione delle «sezioni distaccate» dei tribunali; l'articolo 8 del citato decreto prevede che quando sussistono specifiche ragioni...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-02085presentato daTARTAGLIONE Assuntatesto diMartedì 8 ottobre 2013, seduta n. 92

TARTAGLIONE. — Al Ministro della giustizia, al Ministro dell'interno . — Per sapere – premesso che:
il decreto legislativo n. 155 del 2012 prevede la soppressione delle «sezioni distaccate» dei tribunali; l'articolo 8 del citato decreto prevede che quando sussistono specifiche ragioni organizzative o funzionali, il Ministro della giustizia, sentito il presidente del tribunale, le amministrazioni locali, il consiglio dell'Ordine e il consiglio giudiziario, può disporre il mantenimento delle sedi;
il Ministero della giustizia in data 15 marzo 2013 ha previsto che la procedura fosse curata dal presidente del tribunale accorpante, che avrebbe provveduto ad acquisire entro il 30 aprile 2013 tutte le dichiarazioni delle amministrazioni locali interessate e a richiedere la proroga;
il tribunale di Foggia, a geografia previgente, necessita di un ulteriore immobile per allocare gli uffici dell'UNEOP, del giudice di pace e della sezione lavoro;
l'immobile ove è sito il tribunale di Cerignola non comporta oneri per lo Stato; la città rientra, infatti, in tutti i parametri di riferimento per ottenere la proroga ex articolo 8 del decreto legislativo (è il terzo comune d'Italia per estensione, serve una popolazione di oltre 100.000 abitanti, è stata accertata, con sentenza passata in cosa giudicata, nell'anno 2000, l'esistenza di una associazione di stampo mafioso in Cerignola e altro). La giunta comunale di Cerignola, con atto n. 139 del 22 aprile 2013 manifestava ampia volontà sul punto;
l'attività amministrativa relativa all'attuazione del decreto legislativo n. 155 del 2012 è stata compiuta e conclusa prima ancora che scadesse il termine — 30 aprile 2013 — previsto perché le amministrazioni locali interessate manifestassero la propria volontà;
in data 4 settembre 2013 veniva depositato presso il TAR Puglia — sezione di Bari un ricorso (ricorrente comune di Cerignola + 10 avvocati) finalizzato ad ottenere l'annullamento delle disposizioni di accorpamento;
in data 6 settembre 2013 il giudice delegato del TAR, emetteva decreto con cui veniva sospesa l'efficacia degli atti impugnati;
in data 13 settembre 2013, il Ministero della giustizia chiedeva la revoca del provvedimento del TAR;
il TAR rigettava la richiesta di revoca confermando il provvedimento sospensivo;
nel frattempo, avendo ricevuto l'ordine di prendere servizio presso il tribunale di Foggia a decorrere dal 16 settembre 2013 tutti i funzionari e cancellieri della sezione distaccata di Cerignola lasciavano il proprio posto di lavoro a Cerignola –:
se il tribunale di Foggia sia realmente in grado di accorpare la sezione distaccata di Cerignola;
se il Governo sia intenzionato a dare piena applicazione all'articolo 8 del decreto legislativo n. 155 del 2012 e permettere il permanere della sezione distaccata di Cerignola, considerato che le strutture nelle quali è ubicata non comportano ulteriori oneri per lo Stato. (4-02085)