• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/02142 nella notte tra il 7 e l'8 ottobre 2013 la provincia di Matera è stata messa in ginocchio da un violento nubifragio; le piogge alluvionali hanno colpito diversi comuni della fascia...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-02142presentato daLATRONICO Cosimotesto diVenerdì 11 ottobre 2013, seduta n. 95

LATRONICO. — Al Presidente del Consiglio dei ministri . — Per sapere – premesso che:
nella notte tra il 7 e l'8 ottobre 2013 la provincia di Matera è stata messa in ginocchio da un violento nubifragio;
le piogge alluvionali hanno colpito diversi comuni della fascia jonica lucana quali Policoro, Scanzano Jonico, Bernalda e Pisticci;
l'ondata straordinaria di maltempo ha causato l'innesto di fenomeni di dissesto idrogeologico ed idraulico, esondazioni, allagamenti dei centri abitati, interruzione dei collegamenti viari e ha provocato danni ingenti alle infrastrutture urbane ed extraurbane, alle aziende ed alle colture agricole, alle abitazioni civili;
l'evento calamitoso ha causato la morte di Pino Bianculli, infermiere 32 anni di Montescaglioso travolto dal fango al rientro dalla clinica dove prestava servizio;
allo stato attuale ci troviamo di fronte ad uno stato di calamità naturale che richiede l'adozione dei necessari provvedimenti ed il reperimento delle risorse economiche al fine di ripristinare la situazione dei luoghi danneggiati e dare il giusto ristoro agli imprenditori agricoli ed agli operatori della zona;
è necessario dichiarare lo stato di emergenza;
ferma restando l'adozione non più rinviabile da parte della regione Basilicata di un piano organico che metta in sicurezza le parti più vulnerabili del territorio, nell'immediato è doveroso assicurare soccorso alle popolazioni coinvolte, stimando i danni alle infrastrutture ed alle produzioni agricole e apportando soluzioni ai problemi impellenti –:
se il Governo nazionale ritenga necessario dichiarare lo stato di emergenza per l'ondata di maltempo che ha colpito la fascia jonica lucana;
se ritenga doveroso monitorare la situazione per stimare i danni subiti e garantire adeguate risorse ad un territorio fortemente provato dalle conseguenze della violenta alluvione;
quali azioni intenda porre in essere per definire nell'immediato una risposta operativa al fine di superare la fase emergenziale ed avviare il processo di messa in sicurezza. (4-02142)