• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/02613-B/013    premesso che:     il firmatario del presente atto ha mosso e muove tuttora profonde critiche al nuovo impianto ordinamentale, rileva che nella riforma sono state introdotte...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/02613-B/013presentato daD'AMBROSIO Giuseppetesto diGiovedì 3 dicembre 2015, seduta n. 535

   La Camera,
   premesso che:
    il firmatario del presente atto ha mosso e muove tuttora profonde critiche al nuovo impianto ordinamentale, rileva che nella riforma sono state introdotte nuove forme di istituti di democrazia diretta e in particolare è stata inserita la previsione per la quale «al fine di favorire la partecipazione dei cittadini alla determinazione delle politiche pubbliche, la legge costituzionale stabilisce condizioni ed effetti di referendum popolari propositivi e d'indirizzo, nonché di altre forme di consultazione, anche delle formazioni sociali. Con legge approvata da entrambe le Camere sono disposte le modalità di attuazione»;
    gli squilibri che si sono determinati a favore di una concentrazione di poteri nell'Esecutivo, sia a causa di specifiche previsioni nel procedimento legislativo e nel rapporto tra lo Stato e le regioni, sia a causa della contestuale riforma elettorale che di fatto porta a far coincidere con il capo politico dell'unica lista a cui viene attribuita un'ampia maggioranza di seggi nell'unica Camera politica, richiedono che un riequilibrio rispetto a questi attraverso l'intervento diretto del corpo elettorale;
    il tempo trascorso tra l'entrata in vigore della Costituzione repubblicana e il più tipico istituto di democrazia diretta, il referendum abrogativo di cui all'articolo 75, ha superato i venti anni,

impegna il Governo

ad adottare, entro e non oltre sei mesi dall'entrata in vigore della riforma, con riferimento ai nuovi istituti di democrazia diretta di cui al nuovo articolo 71, tutte le misure, in particolare dal punto di vista delle indagini conoscitive e delle conseguenze sistemiche, idonee a mettere il Parlamento in condizione di dare attuazione alle relative previsioni, mediante l'adozione delle leggi costituzionali e ordinarie di attuazione ivi previste.
9/2613-B/13. D'Ambrosio.