• Testo INTERPELLANZA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.2/00330 BARANI, AMORUSO, AURICCHIO, COMPAGNONE, CONTI, D'ANNA, IURLARO, LANGELLA, Eva LONGO, MAZZONI, RUVOLO, SCAVONE, VERDINI - Al Ministro dell'interno - Premesso che nel corso della notte del 2...



Atto Senato

Interpellanza 2-00330 presentata da LUCIO BARANI
giovedì 3 dicembre 2015, seduta n.549

BARANI, AMORUSO, AURICCHIO, COMPAGNONE, CONTI, D'ANNA, IURLARO, LANGELLA, Eva LONGO, MAZZONI, RUVOLO, SCAVONE, VERDINI - Al Ministro dell'interno - Premesso che nel corso della notte del 2 dicembre 2015, a Torre Annunziata, comune in provincia di Napoli, si è incendiata l'automobile del senatore Falanga, componente della Commissione di inchiesta sul fenomeno delle mafie;

considerato che, sulla base degli elementi informativi a disposizione degli interpellanti:

circa un anno fa, nel comune di Torre Annunziata si insediò, nominata dal Prefetto di Napoli, una Commissione d'accesso per verificare eventuali condizionamenti da parte della criminalità organizzata sull'operato dell'amministrazione comunale, nonché sull'assegnazione di appalti e lavori pubblici;

nonostante tale Commissione avesse accertato l'esistenza di infiltrazioni camorristiche nel comune, il Ministero dell'interno non ha provveduto a sciogliere l'amministrazione comunale;

in seguito a questa decisione, la Commissione di inchiesta sul fenomeno delle mafie richiese ed ottenne dal Ministero dell'interno, per esaminarla, la relazione della Commissione d'accesso citata, scoprendo che i commissari avevano suggerito di sciogliere il Consiglio comunale, individuando episodi criminosi e condizionamenti di inaudita gravità;

successivamente, la stessa Commissione di inchiesta sul fenomeno delle mafie volle audire i 3 componenti della Commissione d'accesso insediatasi a Torre Annunziata, i quali confermarono il loro giudizio circa l'esistenza dei presupposti per procedere allo scioglimento del Consiglio comunale;

nelle settimane successive, la Commissione di inchiesta sul fenomeno delle mafie audì il procuratore della Repubblica di Torre Annunziata, dottor Alessandro Pennasilico;

lo stesso senatore citato ha fatto richiesta alla Commissione di inchiesta sul fenomeno delle mafie di acquisire gli atti della Commissione d'accesso, richiedendo l'audizione dei vari soggetti interessati alle vicende verificatesi a Torre Annunziata;

in seguito a tali iniziative, il senatore in questione è stato informato dell'instaurarsi di un clima ostile nei suoi confronti per aver fatto si che, quanto emerso in seno alla Commissione d'accesso, insediatasi a Torre Annunziata, fosse diventato oggetto di esame da parte della Commissione parlamentare Antimafia;

circa un mese fa, il senatore ha ricevuto nella cassetta postale della sua abitazione di Torre Annunziata 2 fotografie, scattate ad una sua proprietà immobiliare presso il comune di Salerno;

di tale circostanza, ritenuta minatoria, il senatore ha provveduto ad informare il Prefetto di Napoli, e la presidente della Commissione di inchiesta sul fenomeno delle mafie,

si chiede di sapere:

se risulti al Ministro in indirizzo per quali motivi non sia proceduto allo scioglimento del Consiglio comunale di Torre Annunziata;

quali iniziative di propria competenza intenda intraprendere, al fine di far luce sui fatti intimidatori di cui è stato destinatario un autorevole componente della Commissione di inchiesta sul fenomeno delle mafie;

se non intenda procedere all'adozione di misure atte a tutelare la persona del suddetto parlamentare, dopo il verificarsi degli atti intimidatori ai suoi danni esposti in premessa.

(2-00330)