• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/03444-A/302    premesso che:     con il decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91 è stato introdotto il pagamento del 5 per cento degli oneri di sistema sull'autoconsumo di energia elettrica...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/03444-A/302presentato daPARISI Massimotesto diSabato 19 dicembre 2015, seduta n. 540

   La Camera,
   premesso che:
    con il decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91 è stato introdotto il pagamento del 5 per cento degli oneri di sistema sull'autoconsumo di energia elettrica anche per i sistemi che producono energia elettrica ad alto rendimento, oltre alla possibilità di aumentare questa percentuale nel corso degli anni;
    tale disposizione, che introduce una forte penalizzazione per i sistemi di cogenerazione ad alto rendimento in cui varie imprese industriali hanno deciso di investire, rappresenta un unicum nel panorama europeo;
    in Germania, dove pure è in corso un dibattito sugli oneri di sistema da applicare all'autoconsumo, non è stato introdotto alcun pagamento sui sistemi esistenti – come invece è avvenuto in Italia – ed inoltre, per i settori energivori, quale quello cartario, sono vigenti norme perfettamente compatibili con le linee guida sugli aiuti di stato, che prevedono forti sgravi dal pagamento degli oneri di sistema per questi settori;
    quand'anche si dovesse arrivare ad applicare gli oneri di sistema al 100% sull'autoconsumo, le imprese energivore tedesche ne sarebbero in ogni caso sollevate per effetto di una corretta applicazione delle linee guida europee sugli aiuti di stato in materia di energia;
    in Italia invece la norma che riduce gli oneri per le imprese energivore non è in grado di produrre gli stessi benefici per le imprese, benefici cui invece possono accedere le imprese tedesche;
    mentre in Germania sono previsti sgravi per le imprese energivore, in Italia è stato invece introdotto un pesante fardello per le imprese energivore, un fardello non sostenibile;
    ancora una volta l'Italia si troverebbe ad attuare in maniera controproducente la regolazione europea senza sfruttare i vantaggi che questa offre;
    il costo della bolletta energetica per il settore cartario è di oltre 1,1 miliardi di euro l'anno e gli oneri di sistema nel loro complesso valgono circa 160 milioni di euro l'anno. Il pagamento del 5 per cento degli oneri di sistema sull'autoconsumo ha colpito pesantemente e principalmente il settore cartario,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di agire rapidamente e, nell'ambito del processo di revisione delle norme nazionali sugli energivori, prevedere l'introduzione di un tetto massimo all'importo pagabile da parte delle imprese particolarmente energivore, nel rispetto delle vigenti norme sugli aiuti di Stato, ed in particolare secondo quanto previsto al punto 189 della «Disciplina in materia di aiuti di Stato a favore dell'ambiente e dell'energia 2014-2020» (2014/C 200/01).
9/3444-A/302. (Testo modificato nel corso della seduta)  Parisi.