• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/07464    la procura di Catanzaro ha un organico previsto di 16 magistrati oltre al procuratore della Repubblica, sei di questi assegnati alla direzione distrettuale antimafia;    la...



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-07464presentato daSANTELLI Joletesto diMercoledì 20 gennaio 2016, seduta n. 551

   SANTELLI e OCCHIUTO. — Al Ministro della giustizia. — Per sapere – premesso che:
   la procura di Catanzaro ha un organico previsto di 16 magistrati oltre al procuratore della Repubblica, sei di questi assegnati alla direzione distrettuale antimafia;
   la direzione distrettuale antimafia di Catanzaro ha competenza su quattro delle cinque province della Calabria: Catanzaro, Cosenza, Crotone e Vibo Valentia e su sette circondari: Castrovillari, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Lamezia T., Paola e Vibo Valentia: si tratta del terzo distretto d'Italia;
   alla vastità del territorio, che già di per sé è elemento estremamente rilevante occorre aggiungere che la situazione della criminalità in Calabria ha assunto rilievo nazionale per la sua pericolosità tanto di radicamento nel territorio regionale quanto di collegamento ed estensione nell'intero territorio nazionale e transnazionale;
   rispetto a tale pericolo, il numero di magistrati che devono occuparsene, come quello della polizia giudiziaria, è assolutamente esiguo. La presenza di sei magistrati, infatti, non consente neanche la copertura minima dell'assegnazione di un'unità per circondario;
   al fine di comprendere la veridicità dell'assunto è sufficiente comparare l'organico di Catanzaro con quello di altre procure distrettuali che possono avere medesime situazioni di lavoro;
   la necessità di revisione della pianta organica della procura di Catanzaro è stata più volte evidenziata, tanto dal procuratore della Repubblica presso il tribunale di Cosenza, quanto dal procuratore generale presso la corte d'appello e dallo stesso procuratore nazionale antimafia, al Ministero della giustizia, al Consiglio superiore della magistratura, alla Commissione parlamentare antimafia –:
   se e in che tempi intenda assumere iniziative, per quanto di competenza, per procedere alla necessaria revisione della pianta organica della procura della Repubblica presso il tribunale di Catanzaro, con un aumento di unità tale da assicurare alla competente sezione distrettuale antimafia un numero di magistrati omologo a quello previsto per sedi che abbiano medesima estensione territoriale o presenza criminale. (5-07464)