• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/03495/051    premesso che:     il decreto-legge n. 185 del 2015 «Misure urgenti per interventi nel territorio» prevede tutta una serie di interventi finanziari destinati a specifiche...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/03495/051presentato daMURA Rominatesto diMartedì 19 gennaio 2016, seduta n. 550

   La Camera,
   premesso che:
    il decreto-legge n. 185 del 2015 «Misure urgenti per interventi nel territorio» prevede tutta una serie di interventi finanziari destinati a specifiche aree territoriali in difficoltà. Con l'obiettivo di far fronte a problemi e fragilità di carattere strutturale, che rallentano lo sviluppo e incidono negativamente sulla competitività e la crescita dei sistemi locali considerati;
    in particolare, l'articolo 10 del suddetto decreto stabilisce, per l'anno 2015, l'attribuzione di 30 milioni di euro, alla regione Sardegna al fine di integrare e ottimizzare il servizio di continuità territoriale aerea da e per la Sardegna sia per i passeggeri residenti che per quelli non residenti;
    perché si riducano i disagi derivanti dall'insularità, necessita un modello di continuità territoriale aerea, molto più ampia di quella attuale;
    l'articolo 1, comma 837, della legge n. 296 del 27 dicembre 2006, ha previsto il trasferimento alla regione Sardegna delle funzioni attinenti alla continuità territoriale e il successivo comma 840 ha disposto che gli oneri finanziari siano a carico della regione stessa a partire dal 2010;
    in attuazione della predetta legge, in data 7 settembre 2010, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, l'Enac e la regione Sardegna hanno sottoscritto un Protocollo d'intesa che, all'articolo 6, prevede che le risorse finanziarie necessarie per l'imposizione degli oneri di servizio pubblico sono a carico della Regione autonoma della Sardegna. In base all'articolo 4 dello stesso Protocollo d'intesa, spetta al Ministero disporre con proprio decreto gli oneri di servizio pubblico in conformità alle conclusioni dell'apposita conferenza di servizi, di cui all'articolo 36, comma 2, della legge n. 144 del 1999, indetta e presieduta dal Presidente della regione Sardegna. In tale quadro, l'individuazione della tipologia di continuità territoriale è sostanzialmente rimessa alle scelte e alle iniziative della regione Sardegna che stanzia sul proprio bilancio le somme da dedicare alla continuità stessa;
    la Sardegna, stanzia ogni anno, a valere sul proprio bilancio, oltre 50 milioni di euro per garantire la continuità territoriale aerea. Risorse che non risultano sufficienti per assicurare un servizio di trasporto da e per l'isola completo e per tutto l'anno;
    occorre garantire il diritto alla mobilità dei sardi tutto l'anno, con tariffe agevolate da e per le più importanti città della penisola, senza al contempo penalizzare gli utenti non residenti. Un sistema agevolato di tariffe per i non residenti, soprattutto nei periodi di bassa stagione, è infatti considerato un fattore capace di far crescere il turismo nell'isola e aiutare l'economia regionale,

impegna il Governo

a valutare la possibilità di realizzare il programma finanziario previsto all'articolo 10, comma 1, per ciascun anno del triennio 2015-2017.
9/3495/51. Mura, Marrocu, Giovanna Sanna, Scanu, Marco Meloni, Francesco Sanna, Pes, Cani.