• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/07580    Idea Finanziaria spa di Catania società attiva nella cessione del quinto controllata dal gruppo Barclays attraverso Eudea è incappata secondo Bankitalia in numerose e gravi violazioni...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-07580presentato daAIELLO Ferdinandotesto diVenerdì 29 gennaio 2016, seduta n. 558

   AIELLO. – Al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro della giustizia . – Per sapere – premesso che:
   Idea Finanziaria spa di Catania società attiva nella cessione del quinto controllata dal gruppo Barclays attraverso Eudea è incappata secondo Bankitalia in numerose e gravi violazioni normative in irregolarità nei rapporti contrattuali con la clientela;
   suddetta società risulta a seguito di tale azione di vigilanza effettuata da Bankitalia essere stata cancellata dall'elenco degli intermediari dal Ministero dell'economia e delle finanze con provvedimento n. 864 del 10 dicembre 2009;
   i vertici del suddetto istituto di intermediazione risultano essere stati altresì rinviati a giudizio anche per mediazione usuraia dal tribunale di Roma;
   le vicende giudiziarie dei vertici di Idea Finanziaria Spa non si fermano a quanto riportato in premessa;
   da notizie di stampa apparse in data 30 dicembre 2013 risulta infatti che anche il Tribunale di Ragusa abbia rinviato a giudizio i vertici della suddetta società di intermediazione per un tasso ritenuto, da parte della pubblica accusa, eccessivo ed usuraio, pari la 27 per cento, praticato nei confronti di un ottantenne pensionato di Pozzallo;
   in base alla ricostruzione da parte dei magistrati i vertici di idea Finanziaria spa in questa vicenda avrebbero preteso un interesse di quasi 9 mila euro per un finanziamento accordato a fronte della cessione di un quinto della pensione Inpdap, con un contratto sottoscritto nel 2009;
   ad essere stati rinviati a giudizio risultavano essere Massimiliano Villarosa e Salvatore Maffodda, residente a Roma, rispettivamente presidente del consiglio di amministrazione ed amministratore delegato della principale società coinvolta nella vicenda, appunto Idea Finanziaria, e Charles Blagdem, residente a Milano, rappresentante per l'Italia di banca Barclays;
   analoga vicenda ha riguardato un ultraottantenne in Sardegna ex carabiniere in pensione come riportato dalla Nuova Sardegna nella edizione del 1o agosto 2013;
   in questa vicenda iniziata nel 2008 le indagini della magistratura hanno appurato il reato di usura nei confronti del promotore, si legge testualmente: «perché si faceva promettere dal pensionato in cambio di un finanziamento netto di 9,417,11 euro la restituzione con cessione del quinto dallo stipendio in 108 rate mensili da 205 euro per complessivi 22.140 euro, applicando un tasso usurario del 25,17 per cento e comunque al di sopra della soglia di legge, perché venivano inserite spese di assicurazione pari a 5.647,91 euro, mai sottoscritta dal Doro e mai effettivamente stipulata»;
   non solo, in questo caso, per procurare il relativo vantaggio patrimoniale ad intermediario e società idea Finanziaria erano arrivati a redigere una falsa scheda di adesione alla convenzione con la compagnia di assicurazione Axeria Prevoyance con la falsa firma del malcapitato pensionato;
   in verità, la cancellazione dall'elenco generale degli intermediari impedisce nuove operazioni ma non incide sulla legittimità degli impegni assunti;
   Idea Finanziaria spa ha visto a seguito di queste vicende mutare i suoi assetti con un piano di ristrutturazione societaria –:
   se esista un monitoraggio sugli esiti degli impegni assunti con la clientela fino alla data di cancellazione di Idea Finanziaria spa dall'elenco generale degli intermediari da parte del Ministero dell'economia e delle finanze;
   se risulti se e quanti contenziosi giudiziari si siano attivati e quanti risultino essere tuttora in corso, nonché se il Governo sia a conoscenza di eventuali attività afferenti allo stesso settore da parte degli allora vertici di Idea Finanziaria spa anche a seguito della cancellazione dal citato elenco, in considerazione della pericolosità anche sociale dei comportamenti professionali posti in essere dagli stessi ed ampiamente documentati dalle cronache di stampa. (5-07580)