• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.0/01150/021/ ... in sede di esame del disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, recante misure urgenti in materia di istruzione, universita` e...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/1150/21/07 presentato da RICCARDO NENCINI
martedì 5 novembre 2013, seduta n. 047

La 7ª Commissione del Senato,
in sede di esame del disegno di legge di conversione in legge del
decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, recante misure urgenti in materia
di istruzione, universita` e ricerca;
considerato che:
la legge 240/2010 ha innovato profondamente la figura del ricercatore
universitario ponendo ad esaurimento il ruolo di ricercatore a tempo
indeterminato (RTI), nato con il DPR 382/1980, e introducendo la nuova
figura di ricercatore a tempo determinato (RTD);
specificatamente all'articolo 24, comma 3, sono introdotte due diverse
tipologie di RTD:
a) contratti di durata triennale prorogabili per soli due anni, per
una sola volta, previa positiva valutazione delle attivita` didattiche e di ricerca
svolte, effettuata sulla base di modalita`, criteri e parametri definiti
con decreto del Ministro. I predetti contratti possono essere stipulati con
il medesimo soggetto anche in sedi diverse;
b) contratti triennali non rinnovabili, riservati a candidati che
hanno usufruito dei contratti di cui alla lettera a), ovvero, per almeno tre
anni anche non consecutivi, di assegni di ricerca ai sensi dell'articolo 51,
comma 6, della legge 27 dicembre 1997, n. 449, e successive modificazioni,
o di borse post-dottorato ai sensi dell'articolo 4 della legge 30 novembre
1989, n. 398, ovvero di analoghi contratti, assegni o borse in atenei stranieri.
Inoltre, al comma 5 e` stabilito che "Nell'ambito delle risorse disponibili per
la programmazione, nel terzo anno di contratto di cui al comma 3, lettera b),
l'universita` valuta il titolare del contratto stesso, che abbia conseguito l'abilitazione
scientifica di cui all'articolo 16, ai fini della chiamata nel ruolo
di professore associato, ai sensi dell'articolo 18, comma 1, lettera e). In caso
di esito positivo della valutazione, il titolare del contratto, alla scadenza
dello stesso, e'inquadrato nel ruolo dei professori associati.";
tale comma sancisce che il RTD tipologia b) rappresenta il nuovo
canale per l'ingresso di giovani studiosi nel ruolo di professore (associato)
universitario, attraverso un percorso simile alla procedura tenure-track da
lungo tempo usata in molti altri paesi. Si tratta pertanto di una figura
molto innovativa per il nostro paese e cio`, unitamente alle note riduzioni
di finanziamento al sistema universitario nazionale, che si protraggono
oramai da un quinquennio, sta rendendo difficile la sua concreta attuazione.
Infatti, ad oltre due anni dall'emanazione della legge 240/2010, pochissime
sono le posizioni di RTD tipologia b) bandite a livello nazionale,
mentre piu` consistenti sono i bandi di RTD tipologia a);
tenuto conte che:
il Ministro dell'istruzione, universita` e ricerca, nel corso dell'audizione
davanti alle Commissioni riunite di Senato e Camera, ha evidenziato
essere "una priorita` strategica quella di prevedere da subito un Piano
straordinario nazionale reclutamento ricercatori ex art. 24, comma 3, lettera
b), legge 240/10, con bando nazionale", quantificando in 1000 le posizioni
di RTD tipologia b) da bandire per un costo a regime pari a circa
70 milioni di euro;
sarebbe, pertanto, importante adoperarsi per rendere concreta una
tale azione che, unitamente alla nota questione del diritto allo studio,
sono la necessita` prioritaria per il sistema universitario,
impegna il Governo:
a valutare la possibilita` di varare misure urgenti e specifiche per
uscire da questa impasse, che ovviamente tende a ritardare il processo
di rinnovamento e ringiovanimento dei professori universitari (la cui eta`
media si avvicina ormai 60 anni).
(0/1150/21/7)
Nencini, Fausto Guilherme Longo, Panizza