• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/01379 il primo di ottobre 2013 la spiaggia rosa e l'intera isola di Budelli, uno dei simboli del parco nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena in Sardegna, sono state vendute all'asta giudiziaria...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-01379presentato daTURCO Tancreditesto diMercoledì 6 novembre 2013, seduta n. 112

TURCO, TERZONI, MANNINO, LOREFICE, DE LORENZIS, NICOLA BIANCHI, MANTERO, BECHIS, BALDASSARRE e D'UVA. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro dell'economia e delle finanze . — Per sapere – premesso che:
il primo di ottobre 2013 la spiaggia rosa e l'intera isola di Budelli, uno dei simboli del parco nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena in Sardegna, sono state vendute all'asta giudiziaria immobiliare del tribunale di Tempio Pausania per i debiti accumulati dalla proprietà, una società immobiliare lombarda;
il compendio immobiliare consistente nell'isola che presenta la mitica «spiaggia rosa» e un altro milione e seicentomila metri quadrati di rocce e macchia mediterranea che affiorano nell'arcipelago della Maddalena sono stati acquistati all'asta da un cittadino neozelandese, Michael Harte, al prezzo 2 milioni e 944 mila euro;
un prezzo decisamente basso se si tiene conto delle particolarità che presenta la stessa isola, della sua estensione territoriale, della eccezionali doti paesaggistiche e naturalistiche tali da rappresentare un patrimonio di biodiversità marina e terrestre unico al mondo nel suo genere;
nel luglio 2013, quando Budelli è andata ufficialmente all'incanto, il presidente dell'ente Parco, Giuseppe Bonanno, si era mostrato tranquillo, perché «i vincoli di tutela promossi e messi in atto dall'Ente – aveva spiegato –, in particolare sulla spiaggia rosa, proteggono l'area anche di fronte all'acquisizione da parte di privati»;
il parco nazionale della Maddalena, infatti, ai sensi e per gli effetti della legge quadro sulle aree protette (la legge n. 394 del 1991), può esercitare entro 90 giorni il diritto di prelazione, decidendo di acquistare al medesimo prezzo d'aggiudicazione all'incanto quest'isola dal valore inestimabile;
lo stesso Bonanno aveva annunciato un nuovo «sollecito» al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare per l'acquisizione di Budelli al patrimonio pubblico;
tale diritto di prelazione è stato, tuttavia, vanificato dalla legge di stabilità 2013;
l'articolo 1, comma 138, della legge n. 228 del 2012 (legge di stabilità 2013), ha novellato l'articolo 12 del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111; in particolare, è stato inserito al predetto articolo 12 il comma 1-quater, il quale ha previsto che, per l'anno 2013, «le amministrazioni pubbliche» [...] «non possono acquistare immobili a titolo oneroso»;
l'isola di Budelli costituisce un patrimonio unico nel suo genere e che dovrebbe essere acquisito al patrimonio statuale al fine di preservare intatto l'ecosistema e la biodiversità di flora e fauna che è presente sull'isola, e garantire così il rispetto perpetuo dei vincoli ambientali e paesaggistici –:
se e quali misure il Governo ritenga di poter promuovere in merito alla necessità di assicurare che la proprietà dell'isola di Budelli venga acquisita allo Stato;
se sia intenzione del Governo, per quanto di competenza, contribuire a rimuovere gli ostacoli di legge, e mettere a disposizione le risorse necessarie, con fondi pubblici o promuovendo la raccolta di donazioni private, affinché l'isola di Budelli diventi un bene dello Stato;
se sia intenzione del Governo approntare eventualmente iniziative ad hoc onde consentire al Parco nazionale della Maddalena l'acquisto dell'isola di Budelli in deroga alla normativa richiamata.
(5-01379)