• Testo RISOLUZIONE IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.6/00163 [Sostenere il programma delineato dal "Documento dei cinque Presidenti"]



Atto Senato

Risoluzione in Assemblea 6-00163 presentata da LUCIO BARANI
mercoledì 17 febbraio 2016, seduta n.579

Il Senato
impegna il Governo
a sostenere il programma delineato dal "Documento dei cinque Presidenti" e la relativa tempistica, che non deve essere stravolta da accelerazioni interessate, destinate a stravolgerne la relativa architettura.
In particolare nella fase 1 (1 luglio 2015 - 30 giugno 2017) l'Italia dovrà fare "il migliore uso possibile dei vigenti Trattati". Impegnandosi, soprattutto, nel "rilanciare la competitività" per poi partecipare alla Commissione europea, chiamata a mettere in rete i risultati conseguiti, in un proficuo scambio di idee e di esperienze, indispensabili per definire le best practices, dalla cui attuazione può derivare quel salto di qualità che è indispensabile per lo sviluppo del modello europeo.
Altro imperativo è quello di giungere il più rapidamente possibile al completamento dell'Unione bancaria e finanziaria, impegnandosi nel superamento delle divergenze che finora ne hanno impedito la realizzazione , ponendo altresì in essere ogni atto di competenza finalizzato a dare stabilità al sistema bancario europeo.
Per quanto riguarda, infine, l'immigrazione, è necessario giungere quanto prima ad una completa responsabilità europea nella gestione del problema dei rifugiati, i cui costi devono essere ripartiti in modo equo e non gravare sui soli Paesi di frontiera. Occorre evitare il rischio del definitivo fallimento delle regole di Schengen, ma al tempo stesso occorre un maggior rigore nel selezionare i diversi flussi migratori. Di fronte alla dimensione del fenomeno dei rifugiati è necessario, purtroppo, rimpatriare coloro che non hanno titolo. Ma il cui trasferimento in Europa è motivato solo da ragioni di carattere economico. Solo in questo modo, e nella speranza che la situazione in Medio Oriente possa migliorare, sarà possibile evitare che quegli orrendi avvenimenti possano finire per distruggere ogni solidarietà all'interno della stessa Europa.
(6-00163)
BARANI, AMORUSO, AURICCHIO, BONDI, COMPAGNONE, CONTI, D'ANNA, FALANGA, GAMBARO, IURLARO, LANGELLA, LONGO Eva, MAZZONI, PAGNONCELLI, PICCINELLI, REPETTI, RUVOLO, SCAVONE, VERDINI.