• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/02587 il «fund rising» si sta indirizzando in maniera decisa sulle multinazionali americane dei settori food e digitale, come riportato sul Sole 24 Ore del 14 novembre 2013. Proprio gli Stati Uniti...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-02587presentato daLUPO Loredanatesto diMercoledì 20 novembre 2013, seduta n. 122

LUPO, MASSIMILIANO BERNINI, PARENTELA, L'ABBATE, GAGNARLI, GALLINELLA e BENEDETTI. — Al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare . — Per sapere – premesso che:
il «fund rising» si sta indirizzando in maniera decisa sulle multinazionali americane dei settori food e digitale, come riportato sul Sole 24 Ore del 14 novembre 2013. Proprio gli Stati Uniti sono il paese che più di altri investirà nell'Expo 2015 con 35 milioni di euro, insieme a Cina, Germania e alla stessa Italia. Finora sono state contattate 70 aziende, tra le quali anche le grandi catene del food come la Coca Cola, McDonald's e Starbucks nonché le multinazionali impegnate nelle biotecnologie, come la Monsanto, partner di Aigacos (Associazione italiana per la gestione agronomica e conserviera del suolo) sviluppatrice del progetto «100 Km blu per l'Expo 2015 di Milano». Tra i sostenitori della Aigacos si annoverano, inoltre, la Basf e la Bayer per gli agenti agrochimici;
il percorso che porterà Milano ad ospitare l'Esposizione universale nel 2015, sta attraversando negli ultimi giorni il terreno forse più determinante per la sua riuscita, ossia la ricerca degli sponsor che finanzieranno gran parte dell'evento;
il tema scelto per la manifestazione sarà l’«alimentazione sostenibile», visto il continuo aumento demografico mondiale; con l'obiettivo del diritto ad un'alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta; centralizzazione del ruolo del territorio; genuinità del cibo; preservazione ed individuazione dei migliori strumenti di controllo e di innovazione;
la Coca Cola è protagonista in diversi Paesi del Terzo Mondo, Africa in testa, del depauperamento delle risorse idriche al fine di produrre il prodotto finale, ritenuto da molti autorevoli nutrizionisti mondiali come «non salubre» e concausa dell'aumento della percentuale di obesità nella popolazione americana;
il modello di nutrizione diffuso da multinazionali alimentari, quali appunto la McDonald's, non appare certo quello a cui vorrebbe puntare la manifestazione: animali che forniscono la carne per gli hamburger costretti a continue gravidanze ed imbottiti di antibiotici e farmaci sono il suo marchio di fabbrica;
la Monsanto, è specializzata nella produzione di erbicidi, di ormoni di sintesi e di sementi geneticamente modificate, accusata di pressioni nel corso della Conferenza di Kyoto del 1997 affinché la Conferenza stessa non inserisse gli HFC (idrofluorocarburi, sostanze che contribuiscono in misura notevole all'effetto serra) fra i gas da ridurre –:
se il Governo sia a conoscenza dei fatti esposti in premessa e se esista una linea per la ricerca degli sponsor internazionali dell'Expo 2015 Milano che avrà come tema «l'alimentazione sostenibile», in considerazione del fatto che le aziende già contattate o che risulta saranno contattate a breve nulla hanno a che fare con tale tema. (4-02587)