• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.3/02729 GIROTTO, SANTANGELO, MARTON, CASTALDI, CAPPELLETTI, BERTOROTTA, SCIBONA, GIARRUSSO, DONNO, ENDRIZZI - Al Ministro della difesa - Premesso che: l'evolversi della crisi libica ha reso...



Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-02729 presentata da GIANNI PIETRO GIROTTO
giovedì 31 marzo 2016, seduta n.602

GIROTTO, SANTANGELO, MARTON, CASTALDI, CAPPELLETTI, BERTOROTTA, SCIBONA, GIARRUSSO, DONNO, ENDRIZZI - Al Ministro della difesa - Premesso che:

l'evolversi della crisi libica ha reso necessario il potenziamento del dispositivo aeronavale della Marina militare, dispiegato nel Mediterraneo centrale - Stretto di Sicilia, al fine di tutelare gli interessi nazionali nell'area, esposti a crescenti rischi, determinati dalla presenza di entità estremiste, ed assicurare adeguati livelli di sicurezza marittima;

per fronteggiare l'emergenza il 12 marzo 2015 ha avuto inizio l'operazione nazionale denominata "Mare Sicuro";

l'operazione ha il compito di svolgere, a tutela degli interessi nazionali, attività di presenza, nonché di sorveglianza e sicurezza marittima nel Mediterraneo centrale, in applicazione della legislazione nazionale e degli accordi internazionali vigenti, con compiti anche di sorveglianza e protezione delle piattaforme petrolifere in concessione, operate da ENI;

tra i mezzi impiegati nell'operazione "Mare Sicuro" risultano fino a 5 unità con elicotteri imbarcati e fino a 2 sommergibili in supporto associato;

nel corso di un servizio della trasmissione "Petrolio", andato in onda su Rai Uno, in data 28 marzo 2016, si mostra chiaramente l'operato della nave "Fasan" in prossimità della piattaforma di estrazione di idrocarburi in territorio marino libico, impegnata quotidianamente in difesa e protezione della piattaforma da attentati terroristici,

si chiede di sapere:

quante siano le piattaforme petrolifere in mare che vengono protette dall'operazione "Mare Sicuro" e a quali compagnie appartengano;

quante siano le infrastrutture, quali piattaforme petrolifere, petroliere, rigassificatori, raffinerie o altre tipologie di impianti del settore energetico, poste sotto la protezione delle forze armate dello Stato italiano e a quali compagnie appartengano;

a quanto ammontino i costi che lo Stato italiano sostiene per la protezione delle infrastrutture energetiche.

(3-02729)