• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/02782 gli ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di quasi tutte le regioni italiane denunciano l'attuale situazione venutasi a determinare, in prossimità delle scadenze fiscali e...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-02782presentato daNASTRI Gaetanotesto diMartedì 3 dicembre 2013, seduta n. 130

NASTRI. — Al Ministro dell'economia e delle finanze . — Per sapere – premesso che:
gli ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di quasi tutte le regioni italiane denunciano l'attuale situazione venutasi a determinare, in prossimità delle scadenze fiscali e tributarie di fine anno, sia nell'ambito degli adempimento locali, che nazionali, di assoluta gravità con riferimento alle norme incerte legate alle scadenze che mutano costantemente;
le mutevoli decisioni in particolare relative alla tassazione immobiliare e dei trasferimenti agli enti locali, il calcolo delle aliquote dell'imposta, i nuovi tributi legati ai servizi locali di cui non si comprendono per quali finalità siano previsti, stanno determinando notevoli problemi e disordini nell'ambito dell'organizzazione del lavoro degli studi professionali dei commercialisti e una serie di problematiche legate ai sistemi di software che devono essere costantemente aggiornati;
tra le proroghe scaglionate per gli acconti e l'introduzione di ogni nuovo adempimento tributario, i commercialisti evidenziano come le condizioni venutesi a determinare da qualche mese, causano gravi danni sia nei confronti dei propri clienti e contribuenti, che della stessa amministrazione finanziaria, oltre che della qualità del servizio reso in qualità di professionisti e di esperti in materia fiscale e tributaria;
sul fronte legislativo, i commercialisti rilevano inoltre i sistematici ritardi nell'emanazione dei decreti di attuazione delle norme primarie a cui si aggiungono le difficoltà nell'orientarsi nell'insidioso labirinto della normativa tributaria;
l'interrogante evidenzia inoltre come i suesposti profili di criticità determinano inevitabili conseguenze anche nei confronti del ritorno economico legato alle prestazioni professionali, con la riscossione delle parcelle che risulta sempre più difficoltosa –:
quali orientamenti intenda esprimere con riferimento a quanto esposto in premessa;
quali iniziative intenda intraprendere per migliorare nel complesso l'ordinamento fiscale e tributario del nostro Paese, al fine di rendere più semplici e trasparenti gli adempimenti e le scadenze dei tributi per i contribuenti e conseguentemente l'attività dei dottori commercialisti costretta ad affrontare una serie di difficoltà operative senza precedenti. (4-02782)