• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/08813    l'articolo 1, comma 138, della legge 24 dicembre 2012, n. 228, recante la legge di stabilità 2013, inserisce, all'articolo 12 del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-08813presentato daFRAGOMELI Gian Mariotesto diMartedì 7 giugno 2016, seduta n. 633

   FRAGOMELI. — Al Ministro dell'economia e delle finanze . — Per sapere – premesso che:
   l'articolo 1, comma 138, della legge 24 dicembre 2012, n. 228, recante la legge di stabilità 2013, inserisce, all'articolo 12 del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, i commi da 1-bis a 1-sexies i quali vietano, per l'anno 2013, a tutte le amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione, nonché alle autorità indipendenti, ivi inclusa la Consob, di acquistare immobili a titolo oneroso e di stipulare contratti di locazione passiva, salvo il caso di rinnovi, ovvero nel caso in cui la locazione sia stipulata, a condizioni più vantaggiose per sostituire immobili dismessi o per continuare ad avere la disponibilità di immobili venduti;
   l'articolo 10-bis del decreto-legge 8 aprile 2013, n. 35, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 giugno 2013, n. 64, reca una norma di interpretazione autentica dell'articolo 12, comma 1-quater, del citato decreto-legge n. 98 del 2011, secondo il quale il divieto di acquistare immobili a titolo oneroso non si applica alle procedure relative all'acquisto a titolo oneroso di immobili o terreni effettuate tramite espropriazioni per pubblica utilità ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327;
   a decorrere dal 1o gennaio 2014, la legge di stabilità per il 2013 prevede, al comma 1-ter del citato articolo 12 che le operazioni di acquisto di immobili, da parte degli enti territoriali e degli enti del servizio sanitario nazionale, possano essere effettuate solo ove ne siano comprovate documentalmente l'indispensabilità e l'indilazionabilità attestate dal responsabile del procedimento. La congruità del prezzo deve essere attestata dall'Agenzia del demanio;
   sarebbe pertanto utile un chiarimento volto a superare le incertezze interpretative della norma in merito alle fattispecie di indispensabilità e indilazionabilità delle operazioni di acquisto, che in alcuni casi, proprio per la discrezionalità delle decisioni, hanno impedito al responsabile del procedimento di concludere le operazioni –:
   se il Ministro interrogato non ritenga utile intervenire con un idoneo atto volto a definire parametri oggettivi per superare le incertezze interpretative della norma in merito alle fattispecie di indispensabilità e indilazionabilità delle operazioni di acquisto che, in alcuni casi, hanno impedito al responsabile del procedimento di concludere le operazioni, a tal fine anche esplicitando che, come avvenuto per il 2013, il divieto di acquistare immobili a titolo oneroso non si applica alle procedure relative all'acquisto a titolo oneroso di immobili o terreni effettuate tramite espropriazioni per pubblica utilità;
   se l'inserimento di immobili negli atti di pianificazione urbanistica comunale, in quanto destinati alla funzione pubblica, possa costituire requisito necessario per effettuare le citate operazioni di acquisizione di immobili da parte dei medesimi enti territoriali. (5-08813)