• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/13488    con interrogazione n. 4-04159, si pose all'attenzione del Governo un caso probabile di attività criminosa posta in essere da parte di personale della società Poste Italiane a danno...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-13488presentato daCATALANO Ivantesto diMartedì 14 giugno 2016, seduta n. 637

   CATALANO. — Al Ministro dello sviluppo economico . — Per sapere – premesso che:
   con interrogazione n. 4-04159, si pose all'attenzione del Governo un caso probabile di attività criminosa posta in essere da parte di personale della società Poste Italiane a danno dell'utenza e della società;
   nella sua articolata risposta, il Governo confermò l'esistenza di un procedimento penale, riaperto dopo un'iniziale archiviazione e poi giunto in fase dibattimentale;
   il 2 febbraio 2016 il tribunale di Termini Imerese (Palermo) ha condannato l'ormai ex dipendente infedele di Poste Italiane alla pena di anni uno e mesi dieci di reclusione ed euro 350 di multa, oltre che al pagamento delle spese processuali, per i reati previsti e puniti dagli articoli 494, 624 e 625 codice penale;
   risulta all'interrogante che all'utente non sia stato ancora rifuso il danno subito, ai sensi dell'articolo 2049 del codice civile;
   non risulta all'interrogante che Poste Italiane si sia costituita parte civile, malgrado il danno che ad essa deriverà dalla verosimile necessità di rifondere quello subito dall'utente –:
   se quanto premesso trovi conferma;
   quali siano le procedure aziendali per ottenere il ristoro dei danni subiti dalla società e per il risarcimento ex articolo 2049 codice civile di quelli subiti dall'utenza, per casi come quello di cui in premessa, e se tali procedure siano codificate in atti interni di Poste Italiane;
   quali eventuali iniziative siano state poste in essere in esecuzione di tali procedure. (4-13488)