• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/05952 TOCCI - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca - Premesso che: il Comitato di esperti per la politica della ricerca (CEPR) è un organo consultivo, presieduto dal...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-05952 presentata da WALTER TOCCI
martedì 21 giugno 2016, seduta n.641

TOCCI - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca - Premesso che:

il Comitato di esperti per la politica della ricerca (CEPR) è un organo consultivo, presieduto dal Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, che svolge attività di consulenza e di studio nell'ambito dei problemi riguardanti la politica, lo Stato, la programmazione e la valutazione della ricerca, nazionale e internazionale. Il Comitato avanza proposte finalizzate alla promozione e alla valorizzazione della ricerca, con riferimento sia a interventi strutturali, sia alla definizione di linee programmatiche strategiche e innovative e concorre alla determinazione dei criteri e dei parametri di supporto alla verifica dell'efficienza della ricerca;

tali attività sono finalizzate ad individuare e suggerire le azioni più idonee per promuovere l'eccellenza nella ricerca italiana, anche allo scopo di renderla più competitiva nel contesto europeo ed internazionale;

considerato che:

il professor Filippomaria Pontani, dell'università "Ca' Foscari" di Venezia, il 6 maggio 2016 si è dimesso dal CEPR perché il Ministro in indirizzo non ha "ritenuto di convocare o incontrare il comitato in oltre due anni". Dalla lettera pubblica di Pontani si apprende che il CEPR non è stato consultato né in occasione della recente approvazione del piano nazionale per la ricerca né per la questione IIT-Human Technopole;

il presidente emerito Napolitano, nel corso di un intervento in Senato lo scorso 11 maggio 2016, sia la senatrice Cattaneo, con un corposo documento depositato agli atti del Senato (in allegato al resoconto della seduta n. 620 del 4 maggio 2016), hanno chiesto informazioni chiare e complete sul progetto Human Technopole;

considerato, infine, che:

nel corso del suddetto intervento, il presidente Napolitano ha chiesto al Governo di mostrare «una disponibilità (...) a ripensare a decisioni frettolose che sono largamente discutibili sul piano del metodo e su quello degli interessi generali della ricerca scientifica e dunque del futuro del nostro Paese»;

come si legge su "Il Sole-24 ore" in un articolo del 12 maggio 2016, nella replica del Governo, svolta dal sottosegretario di Stato per l'istruzione Angela D'Onghia, è stato precisato che «una volta ricevuti tutti i riscontri da parte dei valutatori internazionali» il capofila IIT «provvederà a rivedere il progetto, per tenere conto dei commenti-suggerimenti e arrivare così ad un progetto definitivo da sottoporre al Governo»,

si chiede di sapere se e quando il Ministro in indirizzo intenda chiedere il parere del Comitato di esperti per la politica della ricerca (CEPR) in merito al progetto Human Technopole e al piano nazionale della ricerca, considerata la rilevanza economica e strategica delle due iniziative.

(4-05952)