• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/01865-A/218 premesso che: il comma 5-undecies dell'articolo 2 della legge 26 febbraio 2011, n. 10, prevede che siano destinatari degli interventi del Programma nazionale gli imprenditori ittici di...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/01865-A/218presentato daBENEDETTI Silviatesto diVenerdì 20 dicembre 2013, seduta n. 142

La Camera,
premesso che:
il comma 5-undecies dell'articolo 2 della legge 26 febbraio 2011, n. 10, prevede che siano destinatari degli interventi del Programma nazionale gli imprenditori ittici di cui agli articoli 2 e 3 del decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 226, e successive modificazioni, i soggetti individuati in relazione ai singoli interventi previsti dal Programma nazionale e, relativamente alle iniziative di cui agli articoli 16,17 e 18 del decreto legislativo 26 maggio 2004, n. 154, le associazioni nazionali riconosciute delle cooperative della pesca, le associazioni nazionali delle imprese di pesca con rappresentanza diretta nel CNEL, le associazioni nazionali delle imprese di acquacoltura e le organizzazioni sindacali nazionali stipulanti il contratto collettivo nazionale di lavoro di riferimento nel settore della pesca e gli enti bilaterali previsti da tale contratto collettivo di riferimento del settore, i consorzi riconosciuti ed i soggetti individuati in relazione ai singoli interventi previsti dal Programma nazionale;
l'inciso «con rappresentanza diretta nel CNEL» attribuito imprese alle associazioni nazionali delle imprese di pesca, blinda la ripartizione dei fondi pubblici di Piani Triennali della Pesca, vincolando la possibilità per un'associazione di imprese di ottenere aiuti al solo requisito della rappresentanza diretta nel CNEL, cosa che non solo solleva delicati profili di costituzionalità in riferimento all'articolo 3 (uguaglianza sostanziale), all'articolo 18 (libertà di associazione) e, primariamente all'articolo 39 (libertà sindacale attiva e passiva), ma privilegia annualmente, con cospicue somme di pubblico danaro, alcune associazioni a discapito di altre, perciò annullando 2 precise sentenze del TAR del Lazio che avevano categoricamente escluso che la presenza nel CNEL di un'Associazione o di un Sindacato potesse essere indicativa di una maggior rappresentatività,

impegna il Governo

ad estendere il diritto agli interventi del Programma nazionale le associazioni nazionali delle imprese di pesca che non abbiano rappresentanza diretta nel CNEL.
9/1865-A/218. Benedetti.