• Testo RISOLUZIONE IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.7/00248 considerato che: la tematica di cui al provvedimento in oggetto appare di importanza capitale sia per le sue ricadute sul settore della produzione agricolo-alimentare ma anche per quanto...



Atto Senato

Risoluzione in Commissione 7-00248 presentata da DANIELA DONNO
martedì 26 luglio 2016, seduta n.199

La Commissione, esaminata, ai sensi dell'articolo 144, commi 1 e 6, del Regolamento, la proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che stabilisce norme relative alla messa a disposizione sul mercato di prodotti fertilizzanti recanti la marcatura CE e che modifica i regolamenti (CE) n. 1069/2009 e (CE) n. 1107/2009,
considerato che:
la tematica di cui al provvedimento in oggetto appare di importanza capitale sia per le sue ricadute sul settore della produzione agricolo-alimentare ma anche per quanto riguarda il settore della difesa ambientale, settori peraltro strettamente interdipendenti;
la fertilità agronomica del terreno, legata ad aspetti di tipo fisico, chimico, idrologico e biologico, condiziona tutto il processo produttivo, sia in termini quantitativi sia qualitativi: appare dunque necessario incentivare forme di gestione sostenibile dei terreni agricoli che permetta di ridurre i fertilizzanti applicati e di riciclare il materiale organico endogeno. A tal proposito si deve ricordare come l'utilizzo intensivo dei fertilizzanti sia tra i fattori che sono da più parti ritenuti come una delle cause dell'indebolimento delle piante d'olivo e dunque come concausa dell'ampia diffusione della Xylella fastidiosa;
come rilevato anche dalla relatrice, la vigente normativa europea in materia non è in grado di rispondere alle sfide ambientali rappresentate dalla contaminazione del suolo, delle acque e degli alimenti, provocato dai concimi CE;
in particolare va certamente salutata positivamente l'introduzione di limiti armonizzati per il cadmio nei concimi fosfatici, al fine di ridurre l'impatto negativo dell'uso del cadmio sull'ambiente e sulla salute umana, di contribuire a limitare l'accumulo di cadmio nel suolo e la contaminazione da cadmio degli alimenti e dell'acqua, e di eliminare l'attuale frammentazione di un mercato in cui finora, in mancanza di valori limite fissati a livello dell'Unione, alcuni Stati membri hanno imposto limiti in maniera unilaterale,
esprime parere favorevole.
(7-00248)
DONNO