• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/01825 nel luglio 2013 vennero approvati due progetti (PON sicurezza Sicilia) finalizzati ad aumentare la sicurezza e la legalità in alcune regioni del Sud fra cui la Sicilia; un progetto,...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-01825presentato daGRILLO Giuliatesto diMercoledì 8 gennaio 2014, seduta n. 147

GRILLO, DI VITA, MARZANA, BATTELLI, BRESCIA e LUPO. — Al Ministro dell'interno. — Per sapere – premesso che:
nel luglio 2013 vennero approvati due progetti (PON sicurezza Sicilia) finalizzati ad aumentare la sicurezza e la legalità in alcune regioni del Sud fra cui la Sicilia;
un progetto, denominato «Sistema» prevedeva l'apertura e l'istituzione di due orchestre giovanili a Catania e a Palermo;
un altro, «Legalit-ARS», prevedeva l'avvio di percorsi formativi ai mestieri dello spettacolo dal vivo;
nel sito del Ministero dell'interno vi sono le linee guida per la presentazione dei progetti inerenti il PON 2007/2013;
all'esito del progetto non risulta esperito alcun bando né per i privati né per soggetti diversi;
peraltro le associazioni, le fondazioni, gli enti giuridici non sono stati messi a conoscenza tramite azioni di informazione e comunicazione dalla prefettura;
gli unici beneficiari del PON sicurezza Sicilia 2013 sono risultati l'associazione siciliana amici della musica (Palermo) e il teatro Bellini (Catania);
appare legalmente non corretto assegnare fondi e cospicue risorse senza bando pubblico;
appare eticamente non corretto non interessare enti o associazioni che da anni operano nel sociale contro la mafia e per la legalità;
negli statuti dei vincitori non pare essere previsto lo svolgimento di attività sulla legalità;
non si comprende la «Scala» di Milano, scelta come partner con delega alla gestione, quale attinenza abbia sul PON sicurezza Sud-Sicilia –:
quale sia il motivo dell'assegnazione al Teatro Bellini di Catania di tali Fondi europei, essendo essi destinati a soggetti privati;
se tali finanziamenti siano stati assegnati per aiutare una reale operatività sul territorio o per ripianare i bilanci dissestati degli enti assegnatari;
se in autostrada si ritenga opportuno revocare il provvedimento di finanziamento prima richiamato;
se si intenda riformulare il bando in modo chiaro per gli operatori privati e pubblici che da decenni operano alla diffusione della legalità contro la mafia.
(5-01825)