• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.0/02085/049/ ... premesso che: alla luce di quanto previsto dall'articolo 310 della direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28 novembre 20006, relativa al sistema comune d'imposta sul valore aggiunto, come...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/2085/49/10 presentato da LUIGI MARINO
martedì 2 agosto 2016, seduta n. 265

Il Senato, in sede di esame dell'AS 2085 recante "legge annuale per il mercato e la concorrenza",
premesso che:
alla luce di quanto previsto dall'articolo 310 della direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28 novembre 20006, relativa al sistema comune d'imposta sul valore aggiunto, come interpretata dalla Corti di giustizia dell'Unione europea l'articolo 74-ter, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, è stato interpreto dall'articolo 55 del decreto-legge 21 giugno 2016, n. 69, nel senso che l'imposta assolta sulle cessioni di beni e sulle prestazioni di servizi, di cui al comma 2 dello stesso articolo, effettuate da terzi nei confronti delle agenzie di viaggio stabilite fuori dell'Unione europea a diretto vantaggio dei viaggiatori non è rimborsabile;
tale interpretazione ha generato una evidente situazione difficoltà per le agenzie di viaggio stabilite fuori dall'Unione europea, con ricadute sui costi che cittadini e turisti devono sostenere per raggiungere il nostro Paese;
per effetto di tale norma interpretativa, inoltre, l'amministrazione finanziaria ha richiesto alle agenzie di viaggio stabilite fuori dall'Unione europea, ovvero i soggetti che hanno prestato garanzia a loro favore, la restituzione delle somme che, alla data di entrata in vigore del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, risultavano rimborsate e per le quali non risultava avvenuto il relativo versamento nelle casse dell'erario da parte delle agenzie di viaggio o dai soggetti che hanno prestato la garanzia;
tutto ciò premesso,
impegna il Governo
a valutare l'opportunità di prevedere, nell'ambito della prossima legge di stabilità, un intervento normativo volto a stabilire che le agenzie di viaggio stabilite fuori dall'Unione europea, ovvero i soggetti che hanno prestato garanzia a loro favore, non siano tenute a restituire le somme che, alla data di entrata in vigore del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, risultavano rimborsate e per le quali, a seguito di richiesta di restituzione da parte dell'amministrazione finanziaria, non risultava avvenuto, alla data di entrata in vigore del suddetto decreto-legge, il relativo versamento nelle casse erariali da parte delle stesse agenzie di viaggio o dei soggetti che hanno prestato la garanzia.
nell'ambito del suddetto intervento normativo, a prevedere che siano altresì rimborsate ai suddetti soggetti le somme dovute dall'erario a titolo di rimborso IVA, maturate dai medesimi fino alla data di entrata in vigore dell'articolo 55, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98.
(0/2085/49/10)
Luigi MARINO, TOMASELLI