• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/14008    alcuni dei molteplici ritardi che quotidianamente riguardano la circolazione dei treni ad alta velocità, in particolare nella tratta Roma-Firenze, sono dovuti all'attraversamento di...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-14008presentato daTOTARO Achilletesto diMercoledì 3 agosto 2016, seduta n. 667

   TOTARO. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti . — Per sapere – premesso che:
   alcuni dei molteplici ritardi che quotidianamente riguardano la circolazione dei treni ad alta velocità, in particolare nella tratta Roma-Firenze, sono dovuti all'attraversamento di animali di grossa taglia che vagano nei dintorni del tracciato ferroviario;
   questa tipologia di incidenti, analoga a quella dell'attraversamento di animali selvatici sulle strade di grande comunicazione (solo per citare i casi più noti la Firenze-Pisa-Livorno e la Firenze-Siena), oltre ad uccidere brutalmente gli animali mette seriamente a repentaglio la vita dei passeggeri e dei guidatori causando, nel primo caso, momenti di forte stress, tensione e ritardi, nel secondo anche ingenti danni alle automobili che nella maggior parte dei casi non vengono risarciti;
   capita che gli allevatori per cercare di salvare questi animali dalla morte sulle rotaie rischiano di finire loro stessi sotto al treno, mettendo seriamente in pericolo la propria incolumità;
   il treno ad alta velocità rappresenta una delle infrastrutture più importanti del nostro Paese in continua crescita ed espansione sia per numero di tratte che per numero di passeggeri –:
   se il Ministro interrogato intenda assumere iniziative per prevedere, come l'interrogante auspica e ritiene urgente, la realizzazione di un adeguato sistema di protezione e sicurezza (ad esempio, l'installazione di reti di contenimento o recinzioni elettriche) in grado di limitare questi disagi dovuti alla libera circolazione di animali sulle principali vie di comunicazione, sia ferroviarie che stradali ad oggi ancora mancanti e/o comunque insufficienti. (4-14008)