• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/03120 il decreto ministeriale 23 dicembre 2013 n. 1061 del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ha individuato i criteri per la ripartizione del contributo a favore delle...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-03120presentato daBOCCADUTRI Sergiotesto diLunedì 13 gennaio 2014, seduta n. 150

BOCCADUTRI. — Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca . — Per sapere – premesso che:
il decreto ministeriale 23 dicembre 2013 n. 1061 del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ha individuato i criteri per la ripartizione del contributo a favore delle università non statali per l'anno 2013, previsto dalla legge n. 243 del 1991;
in particolare sono stati riconosciuti alla Bocconi di Milano 11.871.637 euro, alla Cattolica Sacro Cuore di Milano 30.370.313 euro, Istituto Universitario Lingue Moderne di Milano 2.880.490 euro, Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli 3.294.840 euro, alla Libera Università Cattaneo di Castellanza (Varese) 1.445.112 euro, alla Libera Università Maria SS. Assunta di Roma 3.045.610 euro, Libero Istituto Universitario Campus Biomedico di Roma 1.618.981, alla LUISS – Libera Universitaria Internazionale Studi Sociali di Roma 4.280.364 euro, alla Libera Università S. PIO V di Roma 783.449 euro, all'Università Vita Salute S. Raffaele di Milano 2.961.183 euro, all'Università di Bolzano 1.950.512, all'Università della Valle D'Aosta 746.416 euro, alla LUM Università – Jean Monnet di Casamassima 455.337 euro, all'Università delle Scienze gastronomiche – BRA (CN) 266.833 euro, all'Università Europea di Roma 327.900 euro, all'Università «Kore» di Enna 599.109 euro, all'Università «Marconi» di Roma 675.000 euro, all'Università Uninettuno di Roma 675.000 euro, all'Università telematica «Pegaso» 75.000 euro, all'Università telematica «Cusano» 100.000 euro, Università telematica «S. Raffaele» 50.000 euro, Università telematica «G. Fortunato» 50.000, all'Università telematica «Universitas Mercatorum» 50.000;
nel 2012, con il decreto ministeriale 21 novembre 2012, n. 495, erano stati riconosciuti contributi per euro 89.661.284;
nonostante ricevano contributi pubblici e nonostante siano chiamate a svolgere una funzione altissima, quale quella dell'insegnamento universitario, le suddette università non hanno dei bilanci d'esercizio facilmente consultabili dalla generalità dei cittadini;
inoltre sui siti internet delle suddette università non si ricava nessuna informazione circa il godimento di contributi pubblici ai sensi della citata legge n. 243 del 1991;
tale procedura trasparente di controllo generale e generalizzato è invece giustamente prevista dalla legge per altri soggetti che ricevono contributi pubblici, quali i partiti politici –:
quali misure intenda assumere il Ministro perché siano resi pubblici e facilmente consultabili dai cittadini i bilanci delle Università non statali che ricevono contributi dallo Stato e se intenda provvedere affinché sui siti internet sia obbligatoriamente indicata la percezione di contributi ai sensi della legge n. 243 del 1991. (4-03120)