• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/14275    il piano sanitario regionale della regione Sicilia, predisposto dall'assessore regionale, presenta, a giudizio dell'interrogante, notevoli carenze e gravi...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-14275presentato daMINARDO Antoninotesto diVenerdì 23 settembre 2016, seduta n. 678

   MINARDO. — Al Ministro della salute . — Per sapere – premesso che:
   il piano sanitario regionale della regione Sicilia, predisposto dall'assessore regionale, presenta, a giudizio dell'interrogante, notevoli carenze e gravi criticità;
   infatti, la regione, nel predisporre il suddetto piano, ha dimostrato ancora una volta di trascurare le esigenze dei cittadini e degli operatori sanitari. In particolare, è necessario sottolineare una grave diminuzione dei posti letto nell'ospedale di Ragusa e nell'ospedale di Modica (dove addirittura i posti letto cancellati sono 32);
   tra l'altro, viene fortemente penalizzato il pronto soccorso del presidio ospedaliero di Modica che già aveva numerosi problemi da risolvere. Infatti, mentre aumentano le richieste da parte dei cittadini di poter usufruire del pronto soccorso, si limitano le capacità di tale servizio con tagli ingiustificati e dannosi per i cittadini;
   un piano sanitario che, pertanto, non tiene conto delle esigenze della popolazione e che penalizza territori, come la cittadina di Modica, già interessati da una grave crisi economica e sociale. I «tagli» suddetti determineranno gravi problemi per tutta la sanità dell'isola e non produrranno, a parere dell'interrogante, risparmi evidenti di spesa. Al contrario, si ridurranno le prestazioni nei confronti dei cittadini;
   la legge 5 maggio 2009, n. 42, «Delega al Governo in materia di federalismo fiscale, in attuazione dell'articolo 119 della Costituzione», prevede il superamento del criterio della spesa storica a favore del fabbisogno standard per il finanziamento dei livelli essenziali delle prestazioni attinenti ai diritti sociali;
   il piano della salute, pertanto, interviene per armonizzare e rendere coerente la programmazione regionale alle indicazioni contenute nel quadro normativo sia regionale che statale. A parere dell'interrogante, lo stesso piano non presenta standard di efficienza ed appropriatezza, ma, al contrario, limita i livelli essenziali di assistenza dei cittadini siciliani –:
   quali iniziative intenda adottare, nell'ambito delle sue competenze e alla luce del piano sanitario regionale della Sicilia, affinché siano assicurati i livelli essenziali di assistenza dei cittadini che non devono essere in alcun modo compressi e limitati. (4-14275)