• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/00065-A/021    premesso che:     il testo unificato delle proposte di legge contiene una serie di misure destinate ai piccoli comuni e disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/00065-A/021presentato daVIGNAROLI Stefanotesto diMercoledì 28 settembre 2016, seduta n. 681

   La Camera,
   premesso che:
    il testo unificato delle proposte di legge contiene una serie di misure destinate ai piccoli comuni e disposizioni per la riqualificazione e il recupero dei centri storici;
    il provvedimento prende atto della sempre più difficile situazione in cui versano i piccoli comuni localizzati in aree particolarmente svantaggiate come aree interne o zone montane;
    l'abbandono delle aree interne del Paese costituisce infatti un'emergenza che va affrontata con politiche rigorose e con adeguate risorse pubbliche. Le grandi scelte infrastrutturali e i grandi investimenti pubblici in termini di creazione di servizi hanno, come noto, privilegiato le aree sviluppate dell'Italia contribuendo ad aumentare il divario economico e di prospettive sociali di una parte importante del territorio nazionale. L'intero sistema appenninico, le aree interne della Sicilia e della Sardegna e perfino alcune aree pedemontane della fascia alpina sembrano destinati a un impoverimento demografico, economico e sociale senza apparente possibilità di inversione di tendenza. In particolare, l'ultimo censimento dell'istituto nazionale di statistica (ISTAT) del 2011 mostra un declino demografico preoccupante sia in termini assoluti che in merito all'invecchiamento della popolazione. Il fenomeno è ben più marcato nei comuni di dimensione demografica minore e la presente proposta di legge privilegia i comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti;
   premesso, inoltre, che:
    l'articolo 6 disciplina la facoltà dei piccoli comuni, anche in forma associata, di acquisire case cantoniere e di stazioni ferroviarie non più utilizzate, o stipulare intese finalizzate al loro recupero al fine di potenziare l'offerta turistica nel rispetto dei principi della sostenibilità. Inoltre potranno acquisire il sedime ferroviario dismesso e non recuperabile all'esercizio ferroviario, principalmente per la destinazione a piste ciclabili, in conformità agli strumenti di programmazione della rete ciclabile,

impegna il Governo

a valutare di prevedere misure di semplificazione in materia di acquisizione al patrimonio comunale di terreni ed edifici in stato di abbandono o degrado, case cantoniere e gli altri immobili di cui alla presente legge.
9/65-A/21. (Testo modificato nel corso della seduta) Vignaroli, Terzoni, D'Incà, Dadone, Busto, Daga, De Rosa, Mannino, Micillo, Zolezzi, Castelli, Caso, Cariello, Brugnerotto, Sorial.