• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/00065-A/008    premesso che:     la «desertificazione demografica» e l'abbandono dei terreni agricoli coinvolgono ormai il 60 per cento del nostro territorio nazionale;     in...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/00065-A/008presentato daPLANGGER Albrechttesto diMercoledì 28 settembre 2016, seduta n. 681

   La Camera,
   premesso che:
    la «desertificazione demografica» e l'abbandono dei terreni agricoli coinvolgono ormai il 60 per cento del nostro territorio nazionale;
    in molte parti del nostro Paese, maggiormente nei comuni montani, molte amministrazioni cercano metodi sostenibili per mantenere in vita i piccoli comuni offrendo incentivi economici, fiscali o ricostruendo servizi laddove la desertificazione li aveva cancellati;
    le iniziative pensate dai comuni sono molteplici e nascono tutte dal basso, dalla singola comunità, perché non esistono incentivi, a livello nazionale, per il ripopolamento di queste aree a rischio abbandono;
    molto spesso il valore delle proprietà immobiliari o dei fondi agricoli, ricadenti in questi piccoli comuni, è talmente esiguo da non giustificare le spese e le tasse che pendono sui contratti di compravendita o per le spese di successione;
    all'articolo 5 del provvedimento in esame, per la finalità di contrasto all'abbandono di immobili e terreni nei piccoli comuni, viene data la possibilità ai piccoli comuni di accedere ad un Fondo di 10 milioni di euro per il 2017, che tale Fondo però potrebbe essere non intaccato in quota parte se, per questa grande opera di riqualificazione, i comuni potessero avvalersi anche di canali burocratici più snelli e sostanzialmente più economici sia per i privati che per i comuni stessi;
    in tal senso, come esempio, la sottoscrizione di contratti a titolo oneroso fra privati che hanno per oggetto esclusivamente fondi agricoli con superficie non superiore a 5.000 metri quadrati e con un valore economico inferiore a cinquemila euro, pertanto di minor impegno economico, potrebbe essere autenticata anche da un dirigente apicale del comune di ubicazione del fondo oppure dal Conservatore dei registri immobiliari che provvede gratuitamente su richiesta degli interessati,

impegna il Governo

a valutare la possibilità di inserire, nell'ambito della predisposizione del Piano nazionale per la riqualificazione dei piccoli comuni, previsto dal comma 2 dell'articolo 3 del presente provvedimento, eventuali azioni volte ad alleggerire l'onere di spesa per le contrattazioni suddette oppure ove non possibile di valutare di normare, quanto precedentemente proposto, nell'ambito della prossima manovra di finanza pubblica.

9/65-A/8. Plangger, Alfreider, Gebhard, Schullian, Ottobre, Marguerettaz, Palese.