• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.0/02068/003/ ... premesso che: gli organi della Protezione Civile utilizzano costantemente personale precario, sia presso le strutture dello Stato centrale che presso gli organi periferici di diversi enti...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/2068/3/0113 presentato da LOREDANA DE PETRIS
mercoledì 28 settembre 2016, seduta n. 005

Il Senato
premesso che:
gli organi della Protezione Civile utilizzano costantemente personale precario, sia presso le strutture dello Stato centrale che presso gli organi periferici di diversi enti pubblici;
tale personale, tuttavia, assolve a compiti di previsione, prevenzione e protezione che comportano notevoli responsabili, come l'attività costante di presidio del territorio, e la tutela dell'incolumità dei cittadini nel caso in cui si verifichino eventi calamitosi;
è evidente come, di fronte a tale ruolo, il personale debba essere messo nelle condizioni di operare seneramente e stabilmente, data l'importanza delle funzioni ad esso attribuite;
sulla scia del terribile sisma che ha colpito il territorio abruzzese il 6 aprile 2009, l'articolo 14 del Decreto Legge 30 dicembre 2009, n. 195, aveva disposto "anche in deroga ai limiti stabiliti dalle disposizioni vigenti ed alfine di assicurare la piena operatività del Servizio nazionale di protezione civile per fronteggiare le crescenti richieste d'intervento in tutti i contesti di. propria competenza [...] il Dipartimento della protezione civile è autorizzato ad avviare procedure straordinarie di reclutamento", prevedendo dunque la stabilizzazione di parte del personale operante presso gli organi centrali;
nel corso degli ultimi anni, tuttavia, si sono verificati numerosi casi in cui il mancato rinnovo o la cessazione dei contratti di lavoro di dipendenti precari, soprattutto- presso le strutture periferiche, ha provocato grandi disagi sia per chi si trovava a perdere il posto di lavoro sia per l'operatività stessa del Centro Funzionale o della struttura amministrativa e tecnica in questione;
si ricorda, in particolar modo; quanto verificatosi nel corso di quest'anno nella regione Molise e negli anni precedenti in Sicilia, Abruzzo, Campania;
è necessario, dunque, estendere le deroghe di cui al decreto-legge 13 dicembre 2009; n. 195, a tutto il personale operante presso le strutture della Protezione Civile, superando il blocco delle assunzioni e i limiti imposti dal patto di stabilità che non consentono di garantire un servizio tanto fondamentale per le popolazioni, attraverso un piano assunzionale che non intervenga, come avvenuto, solo sulla scia di drammatiche situazioni emergenziali;
appare evidente come, nel contesto di una riforma del Sistema nazionale di Protezione Civile, sia opportuno individuare un modello di welfare e di tutela del lavoratore che assicuri la progressiva stabilizzazione del personale precario,
impegna il Governo:
ad individuare modalità e strumenti volti a prevedere l'eliminazione progressiva di ogni forma di rapporto precario del personale operate presso gli organi centrali e le strutture periferiche della Protezione. civile, prevedendo successivamente l'impiego esclusivo di personale di ruolo o comandato da altre pubbliche amministrazioni; con l'eccezione del personale avente qualifica di dirigente generale.
(0/2068/3/0113)
DE PETRIS