• Testo MOZIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.1/01389    premesso che:     a partire dal 2010 è in essere il blocco degli adeguamenti, rispetto all'aumento del costo medio della vita, degli stipendi dei pubblici...



Atto Camera

Mozione 1-01389presentato daPALESE Roccotesto diMartedì 11 ottobre 2016, seduta n. 690

   La Camera,
   premesso che:
    a partire dal 2010 è in essere il blocco degli adeguamenti, rispetto all'aumento del costo medio della vita, degli stipendi dei pubblici dipendenti;
    la Corte costituzionale con sentenza n. 178 del 2015 ha dichiarato illegittima la disposizione relativa al blocco della contrattazione collettiva, ritenendo lo stesso in contrasto con l'articolo 39, primo comma, della Costituzione, atteso che le continue proroghe di fatto hanno reso non eccezionale ma strutturale il blocco dei contratti dei dipendenti pubblici;
    per perseguire l'obiettivo di contenimento della spesa pubblica, le misure adottate e reiterate nel tempo hanno introdotto di fatto una disparità di trattamento anche tra le categorie di dipendenti della pubblica amministrazione;
    a tutt'oggi non è stato rinnovato alcun contratto di lavoro, né risultano in corso né avviate trattative;
    la situazione di stato che si è venuta a creare determina una situazione di grave illegittimità nei confronti delle forze dell'ordine e delle forze armate, così come dei vigili del fuoco, che sono costretti a lavorare in condizioni di estremo disagio e di gravi difficoltà);
    il mancato rinnovo dei contratti, ignorando di fatto la sentenza della Corte costituzionale, ha aggravato ulteriormente la situazione, provocando ulteriori danni ai dipendenti pubblici;
    gli impegni sempre più gravosi, necessari per la prevenzione degli atti terroristici, e le continue calamità naturali, aggravate dal dissesto idrogeologico in cui versano molti territori del Paese hanno aumentato le richieste di intervento;
    nell'ultima tragedia del gravissimo terremoto nelle regioni del centro Italia si è riscontrato il lodevole ed indispensabile impegno delle forze dell'ordine delle forze armate e dei vigili del fuoco,

impegna il Governo:

    ad avviare le trattative per il rinnovo dei contratti di lavoro dei comparti forze armate, forze dell'ordine e vigili del fuoco, dando così seguito a quanto stabilito dalla sentenza n. 178 del 2015 della Corte costituzionale;
    a stanziare nel disegno di legge di bilancio 2017 le risorse necessarie per consentire lo sblocco degli aumenti contrattuali per i comparti soprandicati.
(1-01389) «Palese, Altieri, Bianconi, Capezzone, Chiarelli, Ciracì, Corsaro, Distaso, Fucci, Latronico, Marti».