• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/09863    la Foodora GmbH è un'impresa tedesca con sede a Berlino, presente in 10 Paesi, che si occupa di consegnare a domicilio i pasti, previa ordinazione e pagamento via internet, dei ristoranti...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-09863presentato daCHIMIENTI Silviatesto diMartedì 25 ottobre 2016, seduta n. 698

   CHIMIENTI, TRIPIEDI, COMINARDI, LOMBARDI, DALL'OSSO e CIPRINI. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali . — Per sapere – premesso che:
   la Foodora GmbH è un'impresa tedesca con sede a Berlino, presente in 10 Paesi, che si occupa di consegnare a domicilio i pasti, previa ordinazione e pagamento via internet, dei ristoranti che aderiscono al servizio. In Italia da un anno il servizio è attivo a Milano e Torino, dove i pasti vengono recapitati con un corriere in bicicletta;
   Foodora con una startup del valore complessivo di 3 miliardi di dollari è leader del « take away digitale», settore che vale 400 milioni con trend di crescita del 50 per cento;
   nei primi mesi Foodora aveva offerto ai « rider» un contratto con una paga oraria di 5 euro lordi, per poi passare ad una retribuzione a cottimo;
   i fattorini in bicicletta vengono pagati 2,70 euro a consegna effettuata, mentre la percentuale che viene chiesta al ristoratore dall'azienda è del 30 per cento sul valore dell'ordine, oltre al costo fisso di consegna di 2,90 euro;
   dall'inizio del mese di ottobre i « rider» protestano chiedendo l'abolizione dei contratti di collaborazione coordinata e continuativa con retribuzione a cottimo e, per ottenere dall'azienda un part-time orizzontale con un minimo di 20 ore, una paga oraria fissa 7,50 netti e un bonus per il numero di ordinazioni consegnate;
   il 13 ottobre 2016 la startup tedesca ha proposto un aumento della retribuzione di 1 euro a consegna senza però rinunciare al cottimo, promettendo di accelerare l'introduzione delle convenzione per la manutenzione della biciclette e una riorganizzazione della comunicazione per la gestione dei problemi operativi, introducendo un nuovo sistema di messaggistica dedicato;
   lo staff di Foodora, nella newsletter dei collaboratori in bicicletta, risponde così alle proteste dei rider: «Abbiamo lavorato per cercare di soddisfare quella parte di richieste che ad oggi sono sostenibili senza pregiudicare la possibilità di sviluppo della nostra attività», come riportato anche in un articolo pubblicato sul quotidiano « La Stampa Torino» del 14 ottobre 2016;
   le proposte della società Foodora non bastano a placare le proteste dei lavoratori, i quali fanno dell'abolizione della collaborazione coordinata e continuativa e del cottimo punti imprescindibili della loro battaglia;
   nonostante nel decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, il quarto decreto attuativo del Jobs Act, i cosiddetti contratti di collaborazione coordinata e continuativa siano stati aboliti, attraverso l'abrogazione degli articoli dal 61 al 69 del decreto legislativo n. 276 del 2003, si è provveduto all'eliminazione congiunta dell'articolo 63 della legge n. 92 del 2012, recante la cosiddetta «Riforma Fornero», in cui si stabiliva che il compenso dei cosiddetti contratti di collaborazione coordinata e continuativa non poteva essere inferiore alle retribuzioni minime previste dai CCNL applicati nel settore ai lavoratori subordinati con mansioni equiparabili alle prestazioni relatrici ai contratti di collaborazione coordinata e continuativa –:
   se il Ministro interrogato intenda promuovere al più presto, per quanto di competenza, un tavolo di lavoro con la società Foodora e i rappresentanti dei lavoratori, per studiare una tipologia di contratto a «monte ore garantito», un contratto di somministrazione che preveda un minimo di ore garantite da distribuire nella settimana a seconda dei picchi di lavoro, o in alternativa un contratto che tuteli i «rider» garantendo loro condizioni economiche dignitose e adeguate tutele da possibili forme di sfruttamento. (5-09863)