• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/09998    il polo aeronautico di Tessera, contraddistinto dalla presenza delle società «Superjet International», «Leonardo/Finmeccanica Divisione Elicotteri» (ex Agusta Westland) e...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-09998presentato daMOGNATO Micheletesto diLunedì 14 novembre 2016, seduta n. 705

   MOGNATO, MARTELLA, MURER, ZOGGIA e MORETTO. — Al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti . — Per sapere – premesso che:
   il polo aeronautico di Tessera, contraddistinto dalla presenza delle società «Superjet International», «Leonardo/Finmeccanica Divisione Elicotteri» (ex Agusta Westland) e «Leonardo/Finmeccanica Divisione Veivoli» (ex Alenia Aermacchi) conta circa 700 lavoratori tra operai, tecnici e impiegati con la presenza di elevate professionalità formate nel tempo;
   Finmeccanica Leonardo, partner di Sukhoi nella joint-venture della società «Superjet International», ha annunciato di volersi progressivamente disimpegnare dalla stessa società, mantenendo, nel caso, una partecipazione assolutamente minoritaria nella compagine societaria;
   tale scelta rischia di compromettere non solo gli assetti attuali della società, ma soprattutto le scelte strategiche in ordine alla produzione, alla commercializzazione e all'assistenza post-vendita del veicolo superjet 100, che avevano nel polo di Tessera la base di riferimento per i mercati europei e d'oltreatlantico, aggravando la situazione occupazionale del sito lagunare;
   vanno considerate le notevoli difficoltà che sconta attualmente anche l'unità produttiva di Leonardo divisione veivoli (ex Alenia), in quanto questa realtà ad oggi può disporre di un programma di lavoro, che a detta della direzione di Leonardo/Finmeccanica, impegnerà solo la metà degli attuali occupati;
   le lavoratrici e i lavoratori di Superjet international hanno proclamato nei giorni scorsi uno sciopero con astensione dal lavoro, per denunciare la scelta di Finmeccanica Leonardo e segnalare il rischio che questa stessa scelta rappresenti il preludio al graduale impoverimento produttivo del polo aeronautico di Tessera;
   il Governo, rispondendo in data 17 marzo 2016 all'interrogazione n. 5/06626 avente come oggetto le scelte strategiche di Finmeccanica per quanto riguarda il polo aeronautico di Tessera, aveva dichiarato che «l'eventuale riassetto di alcune attività non è mirato ad un impoverimento delle realtà territoriali, bensì a creare le condizioni per un loro effettivo rilancio e rafforzamento, salvaguardando le competenze specifiche»;
   nella stessa risposta si riferiva che «il Governo, in qualità di azionista di riferimento di Finmeccanica, porrà in essere ogni iniziativa e vigilerà affinché il nuovo modello di organizzazione della società, vada nella direzione dello sviluppo e del rilancio produttivo dei settori costituenti una risorsa strategica e irrinunciabile per l'intero Paese» –:
   quali iniziative il Governo intenda adottare, in qualità di azionista di riferimento e nell'ambito delle proprie competenze, affinché Finmeccanica garantisca effettivamente il rilancio produttivo di uno dei principali settori strategici per il Paese, qual è quello aeronautico e aerospaziale, assicurando in particolare la continuità lavorativa e occupazionale del polo di Tessera. (5-09998)